Direttore: Aldo Varano    

Pugliese: «Sulla strada Statale 106 non si muore mai»

Pugliese: «Sulla strada Statale 106 non si muore mai»
ReP
 

È in programma per il prossimo lunedì 11 Agosto 2014 alle ore 21:30 in Piazza Brindisi a Catanzaro Lido il 12° Memorial “Giovanni Barone - Serata in ricordo delle Vittime della Strada” organizzato e condotto da Emilio, Corinne e Annalisa Barone in collaborazione con la Segreteria Regionale Calabria del sindacato Indipendente di Polizia COISP.

L’iniziativa vedrà la presenza dell'Ing. Fabio Pugliese Presidente dell’Associazione "Basta Vittime Sulla Strada Statale 106", diverse testimonianze in pillole, la proiezione del Film "La Prima volta" e testimonial della serata sarà il neoacquisto del Catanzaro Calcio Joè Kamarà. A seguire uno spettacolo musicale.

Il 24 agosto, invece sarà la volta del I° Memorial Matteo Battaglia, il giovane angelo vittima della "strada della morte" a soli 12 anni lo scorso anno a Sellia Marina (CZ), dove appunto avrà luogo l’iniziativa. L'evento sarà organizzato dall'Associazione “Vivere Meglio Club” e dall’'I.T.C. “XXIV Maggio” ed è finalizzata a richiedere a tutte le autorità militari e civili di potenziare la sicurezza lungo la S.S. 106.

«Queste iniziative – dichiara Pugliese – sono molto significative ed importanti perché ci permettono di capire che sulla strada Statale 106 ionica in Calabria non si muore mai. Ogni vittima difficilmente viene dimenticata dai familiari, dai parenti e dagli amici ed in molti casi ne viene onorato il ricordo attraverso iniziative che hanno sempre nobili finalità quali, ad esempio, quella di sensibilizzare tutti (soprattutto i giovani), ad un comportamento su strada sobrio e sicuro».

«Le prossime due iniziative – continua Pugliese – avvengono poi all’interno di una provincia molto sfortunata ed alla quale sono molto legato poiché per metà ho origini catanzaresi: basti pensare che non solo sono molteplici i lutti avvenuti per merito della “strada della morte” (ricordo l’ultima vittima di quest’anno è Nicola Reda di 28 anni, deceduto l’11 luglio 2014 a Guardavalle), in questa provincia ma questa poi è la sola a non avere un comitato spontaneo o, più in generale, una associazione che si batte per l’ammodernamento di questa strada ormai obsoleta e indegna di un Paese civile».

«Spero ed auspico – conclude Pugliese – che queste due iniziative siano molto partecipate e, soprattutto, che riescano a spronare le istituzioni tutte a scrollarsi di dosso l’abito della rassegnazione per ritornare a battersi per una moderna e sicura strada Statale 106 ionica anche in provincia di Catanzaro».