Direttore: Aldo Varano    

RC. DEAfest2014 a Sant’Alessio: grande soddisfazione per una giornata che lascia un segno indelebile

RC. DEAfest2014 a Sant’Alessio: grande soddisfazione per una giornata che lascia un segno indelebile
ReP
 

DEAfest2014 a Sant’Alessio: grande soddisfazione per una giornata che lascia un segno indelebile, con la presenza di Renato Accorinti e un pubblico senza precedenti. Lunedì 11 agosto il DEAfest sbarcherà a Villa San Giuseppe, con l’incontro sulla Locride e il Turismo culturale nella città metropolitana di Reggio Calabria, al quale parteciperà il ministro Maria Carmela Lanzetta e il presidente della Provinca Raffa

E’ stata una giornata senza precedenti quella vissuta da Sant’Alessio in Aspromonte e dall’intera Vallata del Gallico ieri, venerdì 8 agosto 2014, con la l’attesa tappa del DEAfest che ha abbracciato il piccolo borgo pre-aspromontano con una programmazione ricca e straordinariamente partecipata.
La giornata è cominciata con l’inaugurazione della mostra fotografica “Lungo le Vallate dell’Area dello Stretto” di Francesco Barillà, allestita presso l’antico frantoio Calabrò, un affascinante itinerario di immagini lungo la Vallata del Gallico, il suo paesaggio, la sua storia, le sue tradizioni. A seguire la proiezione del cortometraggio “Le terre della Fata Morgana”, che ha aperto l’incontro “La città metropolitana tra le due coste: politiche di integrazione per l’area dello Stretto”, con la partecipazione attesissima di Renato Accorinti, sindaco di Messina, che insieme ad un tavolo particolarmente competente e comunicativo, per oltre due ore ha affrontato gli aspetti dell’integrazione nell’area dello Stretto. Ad aprire i lavori Stefano Calabrò, Sindaco di Sant’Alessio in Aspromonte, che nel salutare i presenti ha sottolineato l’importanza per i piccoli comuni di avere un interlocutore importante con il quale aprire tavoli di confronto su temi di vitale importanza, come la città metropolitana di Reggio Calabria e l’integrazione nell’area dello Stretto. A seguire, l’incontro moderato da Maurizio Malaspina, direttore della programmazione DEAfest, che ha introdotto i lavori passando subito la parola a Rocco La Valle, sindaco di Villa San Giovanni. La Valle ha sottolineato l’importanza dell’aspetto infrastrutturale per il raggiungimento degli obiettivi di integrazione tra le due sponde dello Stretto. E’ necessario, ha continuato La Valle, riproporre con forza la continuità territoriale tra Calabria e Sicilia come strumento vitale per lo sviluppo nell’Area dello Stretto, e di questo è stato già investito il governo Renzi nelle scorse settimane. A seguire l’intervento di Francesco Calabrò, coordinatore del Laborest del Dip. PAU dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, che nel presentare lo stato d’avanzamento della ricerca rispetto ai temi della città metropolitana di Reggio Calabria, ha ribadito l’importanza di partire proprio dalla creazione di servizi integrati di area vasta, approfittando proprio della condizione di crisi che interessa il livello gestionale di molti servizi in entrambi i versanti dello Stretto, da quello dei trasporti a quello dei rifiuti. Calabrò ha prospettato l’apertura di tavoli tecnici per la progettazione di processi che devo essere il più possibile inclusivi delle comunità, principali beneficiarie del progetto di città metropolitana. A seguire l’intervento del sindaco di Calanna, Domenico Romeo, che ha sottolineato il ruolo dei piccoli comuni delle aree interne nel rendere un processo completo ed efficace, scevro da posizioni dominanti delle grandi città rispetto a bisogni che sono di area vasta. E’ toccato poi a Gianclaudio Festa dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria focalizzare l’attenzione sulle dinamiche del diritto amministrativo che interessano la costruzione dell’area metropolitana dello Stretto, sottolineando le dinamiche di governance integrata da attivare nella costruzione dei processi. E poi l’intervento di Francesco Cannizzaro, Consigliere Delegato al turismo e spettacoli della Provincia di Reggio Calabria, che ha sottolineato il lavoro sinergico già avviato con la città di Messina e con il Sindaco Accorinti, presentando il ruolo fondamentale della Provincia nella costruzione delle dinamiche di integrazione e annunciando l’apertura di tavoli tecnici sul turismo che avranno protagonista anche la città di Messina e i suoi comuni satellite. Renato Accorinti ha preso la parola, davanti ad un pubblico gremito, esaltando il rapporto di amicizia che lo lega alla Vallata del Gallico, sottolineando l’importanza di riscoprire la voglia di stare insieme e di riportare l’uomo al centro dei processi amministrativi. La politica dei piccoli passi da fare insieme come strumento per una amministrazione nuova e scevra da influenze estranee alla politica e al bene comune. Il Sindaco di Messina ha parlato di “popolo dello Stretto”, una comunità da riscoprire guardando alle relazioni che da sempre quotidianamente legano le due sponde. E l’intervento è stato particolarmente apprezzato da Monsignor Antonio Morabito, oltre che dal numerosissimo pubblico presente, che ha chiuso l’incontro con la presentazione del suo ultimo libro “Reggio Calabria, una città da amare (ed. Città del Sole), intervento che ha richiamato i passaggi che hanno esaltato l’immagine di un’integrazione tra le due sponde dello Stretto che parta dai sentimenti e dal recupero della spiritualità, di ordine laico o religioso.
E’ stato poi il momento dei sapori del DEAfest con la “Sagra della frittella di fiori di zucca”, ancora una volta magistralmente organizzata dal ristorante “Villa Nunziatina” di Sant’Alessio in Aspromonte, a base di prodotti dell’Ecodistretto della Vallata del Gallico, che ha riscosso un successo straordinario fatto di un numero elevatissimo di vassoi distribuiti fin dalle dalle ore 21,00, tanto che si è dovuta posticipare di poco l’apertura del concerto dei Quartaumentata per dare la possibilità a tutti di smaltire le code agli stand. Alle 23,00 è partito il grande concerto dei Quartaumentata, uno dei gruppi più apprezzati della world music nazionale, che ha fatto ballare il grande pubblico del DEAfest fino a notte fonda, con una musica mai banale e scontata, fatta di ricerca e di influenze mediterranee. I Quartaaumentata hanno sancito il successo del DEAfest anche nella tappa di Sant’Alessio, un successo che conferma come la kermesse della Vallata del Gallico sia ormai a giusto titolo tra gli eventi più attesi e seguiti dell’estate nella Provincia di Reggio.

Lunedì 11 agosto il DEAfest sbarcherà a Villa San Giuseppe, nella tappa in collaborazione con l’Associazione La Cartiera, nella tradizionale tappa di Piazza Umberto I, con una vetrina sulla Locride, i suoi paesaggi, le sue peculiarità e con l’atteso incontro sul Turismo culturale nella Città metropolitana di Reggio Calabria, al quale prenderanno parte tra gli altri il Ministro Maria Carmela Lanzetta, la Soprintendente Margherita Eichberg e il Presidente della Provincia di Reggio Calabria Giuseppe Raffa. E poi enogastronomia, il concerto degli Hantura e tanta voglia di stare insieme.