Direttore: Aldo Varano    

SIMERI CRICHI. La minoranza consiliare del comune di simeri crichi chiede le dimissioni del Sindaco Barberio

SIMERI CRICHI. La minoranza consiliare del comune di simeri crichi chiede le dimissioni del Sindaco Barberio
ReP
 

Comunichiamo alla stampa la grave crisi politica che interessa l’amministrazione comunale di Simeri Crichi, dove addirittura è a rischio l’approvazione del bilancio.
Difatti il consiglio comunale era stato convocato per l’esame e approvazione del bilancio 2014 e pluriennale 2014-2016 per il 25 settembre scorso. Con successiva comunicazione il consiglio veniva revocato per esigenze degli uffici connesse alle direttive contenute nella nota del Ministero dell’interno del 17/09/14 contenente disposizioni riguardanti il termine per l’adozione del provvedimento di salvaguardia degli equilibri di bilancio. Il consiglio comunale veniva poi convocato per il 29 settembre , al fine di trattare, tra gli altri argomenti, l’esame e l’approvazione del bilancio 2014, pluriennale 2014 e 2016.
Il 29 settembre il bilancio 2014 non veniva approvato, essendo stati espressi sei voti favorevoli e sei contrari.
Il voto contrario espresso dai consiglieri comunali Maria Costa e Michele Gigliotti (Gruppo d’opposizione La Svolta), Giancarlo Nagero e Rosario Garcea ( gruppo d’opposizione Futuro Insieme) e Franco Alberto e Alessio Zangari, rispettivamente assessore e vicesindaco dimissionari è stato motivato dalle seguenti considerazioni che venivano pubblicamente esposte.
INESISTENZA DI AZIONE POLITICA AMMINISTRATIVA DELL’ATTUALE MAGGIORANZA
Il piano delle opere pubbliche ed il bilancio rappresentano quasi l’integrale trascrizione del piano delle opere pubbliche e bilancio pluriennale adottati nel 2011. Da allora, cioè dall’epoca in cui l’attuale amministrazione si è insediata, ad oggi non è stato compiuto alcunchè in vantaggio della cittadinanza, niente di più rispetto all’ordinario ed alle attività di sempre, con ciò riferendoci particolarmente ai servizi essenziali, alla cura del territorio e della viabilità. Si pensi alla situazione terribile delle strade comunali gravemente danneggiate dall’alluvione del novembre 2013 ed ancora oggi non riparate. Di contro dal piano delle opere pubbliche ed in generale dal bilancio annuale e pluriennale si evince che vi sono investimenti programmati non realizzabili, poiché la spesa necessaria non trova riscontro nell’ammontare delle entrate, molte delle quali sono tra l’altro aleatorie. Non abbiamo visto la concretezza necessaria a dare risposta alle esigenze del territorio e dei cittadini. Di contro le tasse aumentano vertiginosamente. Nessun concreto ed utile investimento nella zona marina dove tra l’altro esiste il problema del cantiere aperto da Italia Turismo per costruire il campo da Golf con annessa struttura alberghiera. Il cantiere attualmente bloccato rischia di rimanere per sempre l’area di collocazione di un mostro ecologico dal terribile impatto ambientale, con conseguente ed inevitabile vanificazione di tutte le speranze di sviluppo sociale ed economico del territorio.
Queste ed altre considerazioni hanno spinto i sei consiglieri sopra citati ad esprimere voto contrario al bilancio, che di conseguenza non è stato approvato. Da ciò la considerazione sull’assenza totale di azione politica dell’attuale giunta che tra l’altro non vuole riconoscere di non essere più una maggioranza.
Nonostante ciò il consiglio comunale è stato nuovamente convocato per domenica cinque ottobre alle ore 11:00.
Domenica 05 ottobre saranno assenti i consiglieri Gigliotti Michele e Zangari Alessio, come già espressamente e preannunciato, per tempo, nel corso dell’ultimo consiglio comunale. In questo caso l’assenza dei due consiglieri appartenenti all’opposizione o sarebbe meglio dire all’altra maggioranza, potrebbe consentire l’adozione del bilancio.
Da ciò si evince con chiarezza la debolezza politica dell’attuale giunta e l’impossibilità di amministrare concretamente, a discapito della cittadinanza. A noi non sta bene assistere allo spettacolo pietoso di una maggioranza consiliare ridotta da tempo a lumicino, che per fare approvare il bilancio deve sperare che qualcuno si assenti.

Dopo mesi in cui il consiglio comunale non è stato mai convocato, evidentemente per mancanza di argomenti e di strategie politiche, si convocano tre consigli comunali nell’arco di dieci giorni, con un solo scopo: la sopravvivenza di una amministrazione che di fatto non esiste più. Alla luce di tali eventi la nostra richiesta al Sindaco ad alla Giunta di compiere un gesto utile e responsabile per il bene di tutta la comunità, rassegnando le proprie dimissioni, ridando la parola ai cittadini, affinché gli stessi possano scegliere una nuova leadership politico-amministrativa determinata e altresì capace di riportare la politica e Simeri Crichi al ruolo che gli competono.

I consiglieri comunali di Simeri Crichi

Michele Gigliotti Maria Costa
Nagero Giancarlo Rosario Garcea
Alessio Zangari Franco Alberto
Messaggi - Contatti - Calendario - Opzioni - PEC webmail - Logout
Copyright © 2014 - Aruba S.p.A. - tutti i diritti riservati