Direttore: Aldo Varano    

GIOIOSA J. (RC). Giovedì l'evento sportivo “Legalità in gioco”

GIOIOSA J. (RC). Giovedì l'evento sportivo “Legalità in gioco”

La Scuola Etica e Libera Di Educazione allo Sport di Gioiosa Ionica si prepara al grande evento sportivo “Legalità in gioco” che si terrà Giovedì 9 Ottobre 2014 alle ore 15.00 presso il Centro Sportivo Don Milani con un testimonial d’eccezione nel mondo calcistico: Emiliano Mondonico. Promuovere, rafforzare e diffondere la cultura della legalità nel gioco è l’obiettivo dell’evento promosso dalla Provincia di Reggio Calabria, dal  CSI di Reggio Calabria, dal Coni, dalla Conferenza Italiana Episcopale e dagli Stati Generali dello Sport Giovanile.

La finalità è quella di costruire una nuova idea di legalità, che abbia radici nei fondamenti della democrazia evidenziando la validità di un progetto che vede collaborare sinergicamente le istituzioni per educare attraverso il gioco e porre le basi di un sistema di sviluppo che passa dalla legalità. Una sfida quotidiana  con l’obiettivo di simulare i diversi contesti della convivenza sociale per sensibilizzare alla cultura della legalità che va costruita giorno dopo giorno con il giusto atteggiamento.

Educare alla legalità nel calcio è un modo efficace d’attirare e stimolare il senso civico dei giovani. Un evento, quello del  prossimo 9 Ottobre nel campo verde della S.E.L.E.S., in cui l’immagine dei 180 giovani giocatori di pallone si coniuga ai principi educativi e valoriali del calcio e della stessa Scuola Etica coinvolgendo anche  famiglie e cittadini.

“Il calcio- come sostiene il Presidente della S.E.L.E.S. Francesco Rigitano- avvicina e riunisce tutti intorno ad un unico fine, quello di vincere la partita, valorizza i valori di impegno e protagonismo giovanile, di libertà e uguaglianza, per educare al rispetto della dignità e diversità umana, per formare cittadini criticamente capaci di autonomia e responsabilità, partecipazione e condivisione, promotori di giustizia sociale e cittadinanza attiva: acquisire il concetto di legalità intesa come adesione responsabile ai valori della vita democratica, alle leggi e regole costituzionali, per una solidale crescita della convivenza civile e del benessere sociale di tutti, attraverso l’attività ludica sportiva, porta con sé una carica straordinaria di coraggio e pazienza, lealtà e solidarietà, spirito d’iniziativa, accoglienza del diverso, capacità di cooperare in gruppo, rispetto del prossimo e delle regole”.

Il progetto della S.E.L.E.S. nato nel 2010, diventa  u n fiore all'occhiello del territorio locrideo e non solo, in quanto rappresenta la prima Scuola Calcio Etica d'Italia dove lo sport diventa luogo d’integrazione in cui maturare comportamenti consapevoli nel rispetto delle regole, in una prospettiva di pratica della legalità con l'obiettivo nobile di spargere, tra i giovani, quei semi che cominceranno a germogliare da subito. Tutti, grandi e piccoli, prima di scendere in campo entrano nell’aula di formazione dedicata a Gianluca Congiusta, vittima innocente di mafia, per discutere di regole e legalità.