Direttore: Aldo Varano    

RC. Giuseppe Falcomatà a Trunca e Santa Venere

RC. Giuseppe Falcomatà a Trunca e Santa Venere
ReP
 

Tante le iniziative che vedono coinvolto il candidato Sindaco Giuseppe Falcomatà sul territorio. I residenti nelle periferie hanno voglia di conoscerlo, di raccontare i problemi dei quartieri e di ritornare attivamente alla vita politica della città. Per questo motivo, ieri Falcomatà ha partecipato ad alcuni incontri nella Vallata Valanidi, assieme ad alcuni candidati al Consiglio Comunale.
Il candidato Sindaco del Centrosinistra ha sempre affermato con forza «la necessità di essere presenti sul territorio, di conoscerlo a fondo, perché la futura amministrazione deve avere contezza del territorio che andrà ad amministrare». Ad Oliveto, i cittadini hanno lamentato le condizioni in cui versa la strada, quella che collega la frazione alla città, carente persino di manutenzione ordinaria. Stesso problema riscontrato a Trunca, dove la strada è in alcuni tratti pericolosa e per rimediare alla presenza di buche, i residenti hanno acquistato a proprie spese il bitume per coprirle. Manca inoltre un ambulatorio medico, così come la rete internet. I residenti hanno lamentato, inoltre, problemi alla rete idrica che quest’estate per lungo tempo ha lasciato i cittadini senza acqua, nonostante sia in progetto la realizzazione di un serbatoio: un’opera pubblica appaltata e mai terminata.
Un altro problema emerso è la mancanza di posti al cimitero. «Verificheremo la situazione del cimitero - ha dichiarato Giuseppe Falcomatà - cercando di risolvere il problema tempestivamente». Non è diversa la situazione a Santa Venere, la cui strada di collegamento con le altre periferie risulta impercorribile: per questo motivo l’autobus non vi arriva e le famiglie sono costrette a portare i figli a Trunca per consentirgli di prendere l’autobus per poter andare a scuola. «Ciò è inammissibile in quanto è obbligatorio il diritto all’istruzione» ha ribadito Falcomatà. Il servizio non viene garantito, nonostante le richieste e le proteste avanzate dai cittadini, che negli anni più volte hanno sollecitato una definitiva soluzione in modo da garantire il trasporto scolastico. Ma non solo: anche qui manca la guardia medica, la rete fognaria non è operativa, le case popolari versano nel degrado. «Tutte le periferie vanno valorizzate, vanno ripristinati i servizi essenziali. Le località che abbiamo visitato sono il polmone della città, per questo motivo dobbiamo fare di tutto per creare i giusti collegamenti», ha concluso Giuseppe Falcomatà.