Direttore: Aldo Varano    

Filt Cgil Calabria: importante sentenza Giudice del Lavoro di Reggio Calabria

Filt Cgil Calabria: importante sentenza Giudice del Lavoro di Reggio Calabria
ReP
 

Una importante sentenza è stata emessa dal Tribunale di Reggio Calabria Sezione lavoro, facendo seguito ad una ordinanza di reintegrazione riguardante l’Ingegnere Tamara Gatto (ex co.co.pro.) licenziata dall’Anas per aver concluso, a parer loro, il rapporto di lavoro Co.Co.pro.

La fase di merito riconferma la lavoratrice nell’organico aziendale a tempo indeterminato giudicando illegittimo il contratto Co.Co.Pro, ritenuto una mera dissimulazione di un rapporto di lavoro dissimulato.
Di fatto la lavoratrice, come ha dimostrato il giudizio, aveva un rapporto di regolare subordinazione in quanto rispettava le regole dei suoi colleghi dipendenti Anas.
L’Anas, nonostante i precisi rilievi del Magistrato del lavoro Dott.ssa Patrizia Morabito in sede di ricorso per impugnazione del licenziamento, ha ritenuto di resistere nel giudizio per l'accertamento della subordinazione, il Giudice del Lavoro Dott.ssa Francesca Patrizia Sicari ha ribadito la natura subordinata del rapporto di lavoro, confermando il diritto alla reintegrazione sul posto di lavoro.
Infatti l’Ingegnere Tamara Gatto, difesa dall’avv. Della Cgil Domenico Ruggiero, ha prodotto documentazione che forniva la prova della natura subordinata del rapporto di lavoro. La stessa documentazione ha dimostrato che la lavoratrice aveva diritto ad un livello professionale superiore negato dalla stessa Anas, diritto riconosciuto dalla sentenza del Tribunale Lavoro.
Il sindacato FILT CGIL Anas che ha accompagnato la lavoratrice in questa fase giudiziale vuole sottolineare che bisogna avere fiducia nella giustizia e ripristinare così la legalità nei posti di lavoro.
Sono molti sicuramente i lavoratori che subiscono in questa fase difficile, con poca disponibilità di posti di lavoro, soprusi ed ingiustizie.
Il nostro agire è un agire della CGIL nella sua interezza che, nella chiarezza dei comportamenti, esclude ogni ambiguità o tolleranza rispetto a rapporti di lavoro illegittimi, che siano responsabilità del piccolo rapporto di lavoro ovvero, circostanza più grave, da una grande Società Pubblica.
Molti Co.co.pro. stanno agendo a difesa dei propri diritti, altri purtroppo continuano a subire.
Regolarizzare e normalizzare i rapporti di lavoro è un impegno d’onore del Sindacato FILT CGIL Anas, dimostrando la capacità di agire efficacemente anche contro il precariato, non solo a tutela dei c.d. “garantiti”.
Noi pensiamo che il Sindacato deve sicuramente cambiare e adeguarsi ai tempi ma la storia ci dice che la difesa dei diritti è il punto fondamentale da cui Di Vittorio è partito assumendone la sofferenza di chi non aveva voce.
Ancora oggi si può!

Responsabile FILT-CGIL Anas Regione Calabria
Francesco Fazzolari