Direttore: Aldo Varano    

MOTTA S.G. (RC). Crea: assenti misure per prevenzione malattie oncologiche correlate all’ambiente

MOTTA S.G. (RC). Crea: assenti misure per prevenzione malattie oncologiche correlate all’ambiente
ReP
 

L’unità Operativa complessa di Igiene e Sanità Pubblica dell’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria in merito al presunto aumento di patologie di origine ambientali nel territorio di Motta San Giovanni e Lazzaro con nota dello scorso mese di settembre indirizzata al Sindaco del Comune di Motta San Giovanni e per conoscenza a questa associazione, scrive: “”Riscontrando la nota del Sig. Crea del 27.8.2014 bisogna puntualizzare che, in atto, in assenza di dati epidemiologici, non si può affermare, in alcun modo, che sia stato riscontrato un aumento di patologie collegabili a criticità ambientali. Pertanto si concorda con il Sig. Crea circa la necessità di poter disporre dei dati derivanti dal Registro Tumori. In assenza di registro tumori o in caso di sua recente istituzione, per vari motivi, è quasi impossibile (e comunque poco attendibile) valutare se l’incidenza di neoplasie nel territorio di Motta S. Giovanni sia o meno al di sopra di quanto atteso e se le suddette neoplasie siano o meno correlate a fattori ambientali. Inoltre una neoplasia correlata a fattori ambientali spesso insorge molti anni dopo l'esposizione. Quindi anche una neoplasia recentemente diagnosticata può essere il risultato di una noxa patogena occorsa molti anni fa, per cui la misura principale per la prevenzione di neoplasie correlate all'ambiente è la precoce individuazione e la bonifica di fonti inquinanti. A tal fine si raccomanda alla S.V. la massima attenzione alla vigilanza ambientale sul territorio e, in caso di criticità igienico-ambientati, la tempestiva bonifica ambientale a tutela della salute pubblica. Restando a disposizione si inviano distinti saluti. Firmato il Direttore del Dipartimento di Prevenzione e la Dirigente dell’Ufficio di Igiene e Sanità pubblica di Melito Porto Salvo.
Anche la Giunta Regionale Dipartimento Tutela della salute e Politiche Sanitarie Settore Area LEA –Ufficio Igiene e Sanità Pubblica lo scorso 25 settembre con nota diretta al Commissario Straordinario dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria e per conoscenza a questa associazione scrive:” Con nota del 27/08/2014 (allegata in copia), il rappresentante dell’associazione ANCADIC-Onlus, rappresentava la mancata comunicazione e/o provvedimenti da parte di strutture in seno a codesta Azienda e altri Enti, precisamente: trasmissione risultati e/o criticità da parte del responsabile Epidemiologia e Statistica Sanitaria –ASP RC; trasmissione risultati e/o criticità da parte del Servizio SIAN-ADSP RC; trasmissione risultati e/o criticità da parte dell’ARPACAL; messa in sicurezza della discarica e bonifica – Comune Motta San Giovanni, in relazione a quanto segnalato ed alle pregresse richieste, anche da parte dello scrivente Dipartimento, si sollecita la S.V. a porre in essere ogni attività diretta ad accertare quanto rappresentato e far conoscere allo scrivente dipartimento le risultanze”. A tutt’oggi sul territorio comunale è inesistente la vigilanza ambientale e nonostante le evidenti gravissime criticità igienico-ambientali da me segnalate e documentate non s’intravedono iniziative per rimuovere le fonti inquinanti. Il territorio è totalmente abbandonato.
Vincenzo CREA
Referente unico dell’ANCADIC Onlus
e Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto”