Direttore: Aldo Varano    

Debiti fuori bilancio, M5S: a Rende l’accurdune è servito

Debiti fuori bilancio, M5S: a Rende l’accurdune è servito
ReP

RENDE Il Pd di Rende - che ci ha portato al disastro finanziario con la gestione allegra delle casse del Comune - risponde alle nostre accuse di accordo con l'attuale esecutivo di centrodestra targato Manna asserendo che assolutamente non c’è stato. Anche se, che non appoggeranno Manna alla Provincia non lo dicono mai, da nessuna parte, in quella replica scritta più per attaccare e denigrare il nostro consigliere comunale che le idee che porta avanti in Consiglio. Un replica piena di livore dove da nessuna parte si risponde alle accuse mosse di un accordo sulle spalle dei cittadini.
Noi partiamo da un assunto molto semplice: Manna non svela il reale debito fuori bilancio del Comune di Rende (quello che ci fa rischiare il dissesto finanziario) per tenersi buono il Pd - che quel debito lo ha creato centesimo su centesimo - in vista sia delle elezioni provinciali che delle consultazioni regionali. La cosa bella è che non lo diciamo solo noi: è diventato ormai il segreto di Pulcinella, è scritto su tutti i giornali, lo hanno capito anche i muri. Ma né l’attuale esecutivo, né – tantomeno – il Pd dicono che non è vero. Parlano di altro, com’è buona abitudine della peggiore tradizione retorica politica italiana.
Anche perché non avendo argomenti concreti con cui rispondere alle nostre convinzioni, il Pd di Rende non può che appellarsi all'antipolitica, alla mancanza di cultura e rimandare, così, le accuse al mittente. Noi molto serenamente rispondiamo ricordandogli che alle consultazioni provinciali non andremo proprio a votare, perché da cittadini consideriamo questa elezione svuotata di democrazia, buona solo per riproporre il partito unico.
Rinnoviamo dunque le domande inevase dall’amministrazione Manna: ci sono i soldi per i tombini nella zona industriale? Perché continuate ad esternalizzare lavori che potrebbero essere svolti dai professionisti assunti al Comune? E una domanda la rivolgiamo anche al Pd: quando avete privatizzato l’acqua a Rende avete fatto gli interessi dei cittadini? Se consideriamo il caso che è stato oggetto di trattazione in terza Commissione - erogazione dell'acqua bloccata in molti condomini rendesi per colpa di pochi condomini che non pagano le bollette - si direbbe proprio di no.
Le nostre migliori risposte alle loro repliche saranno sempre i fatti. Il nostro unico accordo sarà sempre e solo con i cittadini.

Gruppo consiliare Movimento 5 Stelle Rende