Direttore: Aldo Varano    

RC. Al via il nuovo corso gratuito di formazione per aspiranti volontari ospedalieri dell’AVO

RC. Al via il nuovo corso gratuito di formazione per aspiranti volontari ospedalieri dell’AVO
ReP
 

L'AVO (Associazione Volontari Ospedalieri) di Reggio Calabria proprio in queste settimane ha preparato il nuovo corso gratuito di formazione per volontari ospedalieri che inizierà lunedì 13 ottobre alle ore 16 presso la Università della Terza Età in via Willermin n.10  Reggio Calabria (per info 0965-48693, 0965/23942, 0965/622927). La presidente dell’Avo reggina Roberta Zehender e la vice presidente Antonella Stirparo presenteranno l’associazione e le finalità del corso che si protrarrà fino al 15 dicembre.
Il corso è gratuito ed aperto a tutti. L’AVO è un’associazione laica, libera, autonoma, ispirata ai principi del Vangelo e pertanto aperta a tutte le persone di buona volontà che vogliano dedicare tempo e amore ai malati. Essa opera senza fini di lucro, esclusivamente per fini di solidarietà.
Nel pieno rispetto della persona ammalata e dei familiari cui si rivolge con il suo servizio gratuito, l’associazione punta ad una adeguata preparazione e qualificazione dei volontari, organizzando periodici corsi con lezioni di informazione generale sugli aspetti socio-assistenziali, sulle questioni igienico-sanitarie, sulla comunicazione, sulla dimensione psicologia di chi aiuta e di chi è aiutato. Queste le linee contenutistiche del corso organizzato anche a Reggio Calabria, al termine del quale gli aspiranti volontari, dopo aver sostenuto un colloquio, inizieranno il tirocinio in ospedale affiancati inizialmente da volontari con esperienza. Il corso si pregerà degli interventi del vicario generale della diocesi Reggio Calabria – Bova Don Antonio Iachino, dello psichiatria e presidente onorario dell’Avo reggina Giuseppe Messina, dello psicologo Franco Cernuto, del nefrologo Maurizio Ciccarelli, del coordinatore infermieristico Antonio Verdino, della responsabile dei Servizi sociali dell’azienda ospedaliera BMM Isabella Pelagi, del direttore del dipartimento Malattie Infettive dei Riuniti Giuseppe Foti.
Una prima formazione che, per ciascun volontario, si completa poi nelle riunioni mensili, indette dal coordinatore del gruppo, e nelle iniziative di cosiddetta formazione permanente. L’aggiornamento costituisce, infatti, la garanzia di un servizio sempre più qualificato a chi è ricoverato in ospedale.
Il volontario AVO (Associazione di Volontari Ospedalieri) è ormai, da quasi trent’anni a Reggio, espressione di un impegno civile gratuito, costante e discreto al fianco delle persone malate presso gli Ospedali Riuniti. Sono presenti in Calabria diverse sedi diversamente dislocate tra Reggio Calabria, Siderno, Lamezia Terme, Mormanno, Castrovillari, Corigliano, Cassano, Cariati, Rossano, Vibo Valentia, Cosenza, Crotone. A Reggio i 160 volontari operano all’interno del presidio dei Riuniti in dieci reparti (medicina, chirurgia vascolare, cardiologia, urologia, chirurgia generale, pediatria, emodialisi, malattie infettive, ortopedia, neurochirurgia) nelle ore pomeridiane ed in cinque reparti (nefrologia, urologia, pediatria, medicina, chirurgia vascolare) nelle ore antimeridiane con attività di accoglienza.
Con passione l’Avo contribuisce, giorno dopo giorno, ad alimentare partecipazione e solidarietà nutrendosi, su scala nazionale, della buona volontà di trenta mila volontari, delle energie buone profuse in oltre 3 milioni di ore di servizio gratuito all’ammalato all’anno, in 500 ospedali e strutture italiani di 240 città, tra cui gli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria.
Dunque l’Avo invita ad essere sentinella di speranza in corsia accanto a chi soffre, una presenza silenziosa, discreta ma concreta. Un’esperienza che nel rispetto del servizio agli ammalati, autentica mission dell’associazione, diventa impegno quotidiano, sanante, orientato alla costruzione del bene comune.