Direttore: Aldo Varano    

BOVALINO (RC). Gruppi opposizione non partecipano a consiglio comunale

BOVALINO (RC). Gruppi opposizione non partecipano a consiglio comunale
ReP
 

I consiglieri di Opposizione del Consiglio comunale di Bovalino (Enrico Tramontano, Antonio Zurzolo, Vincenzo Maesano, Antonio Muscari, Francesco Zappavigna e Francesco Perrone) hanno assunto la decisione di non prendere parte alla seduta del Consiglio comunale che, per l’ennesima volta, si riunirà in seconda convocazione per il giorno 21 ottobre 2014 alle ore 17:00, con all’O.d.g importanti argomenti tra cui l’esame e l’approvazione del “bilancio di previsione esercizio finanziario 2014 – pluriennale 2014- 2016”.
Nel comunicare il loro disimpegno, i suddetti consiglieri di opposizione stigmatizzano il comportamento reiterato da parte del Sindaco (e di quel che rimane della sua maggioranza) di assoluta e mai celata mancanza di rispetto nei riguardi dei rappresentanti istituzionali della maggior parte dei cittadini bovalinesi.
La protesta che l’opposizione, mediante tale presa di posizione, intende rimarcare trae origine dal verificarsi del sistematico rinvio, in seconda convocazione, di quasi tutte le sedute del Consiglio comunale tenutesi nell’ultimo biennio a causa delle ingiustificate e quasi certamente programmate assenze di pezzi della maggioranza.
Nonostante l’alto senso di responsabilità istituzionale che sino ad ora ha caratterizzato l’attività consiliare dei gruppi di opposizione, scevra da strumentalizzazioni di natura politica e tesa al solo fine di contribuire, con fattiva partecipazione ai lavori del consiglio comunale, si deve con rammarico registrare che il limite della normale tollerabilità è stato di gran lunga superato nella misura in cui al senso del dovere istituzionale dell’opposizione si è contrapposto, da sempre, il menefreghismo ed il pressapochismo di una maggioranza latitante ed improduttiva.
In ultima analisi, tale decisione è stata assunta dai suddetti rappresentanti istituzionali nella consapevolezza di voler tutelare non soltanto il fondamentale ruolo istituzionale dei gruppi di minoranza ma anche di voler rappresentare, in maniera quasi onnicomprensiva, il sentimento dei cittadini ormai anni luce distante da questo fallimentare governo dellla città.


Enrico Tramontano
Antonio Zurzolo
Vincenzo Maesano
Antonio Muscari
Francesco Zappavigna
Francesco Perrone