Direttore: Aldo Varano    

RC. Centenario Prima Guerra Mondiale. Inaugurata Mostra filatelica documentale Poste via Miraglia

RC. Centenario Prima Guerra Mondiale. Inaugurata Mostra filatelica documentale Poste via Miraglia
ReP
 

Il 28 giugno 1914, nell’attentato di Sarajevo, vengono uccisi l’arciduca Francesco Ferdinando, erede al trono asburgico e sua moglie Sofia. Un avvenimento che nel giro di alcune settimane trascina l’Europa nel più grande conflitto mai visto.
Il 28 luglio del 1914, l’imperatore Francesco Giuseppe firma infatti la dichiarazione di guerra dell’Austria - Ungheria ai Serbi. Ha inizio così la Grande Guerra, che cambierà il volto dell’Europa.
Pagine dolorose di storia per l’Italia e per il mondo intero che, nel centenario dello scoppio della Prima Guerra Mondiale, vengono ripercorse da una serie di iniziative promosse dalla sezione reggina “T. Gulli” dell’UNUCI, Unione Nazionale degli ufficiali in congedo d’Italia.
Tra queste, la mostra filatelica – documentale “Gli Stati che hanno partecipato alla Prima Guerra Mondiale”, inaugurata martedì mattina presso lo spazio espositivo delle Poste di via Miraglia di Reggio Calabria.
Un percorso di riflessione sul conflitto, attraverso francobolli, cartoline, lettere, fotografie, giornali, documenti e oggetti originali dell’epoca, provenienti dalle raccolte private dei Tenenti Francesco De Benedetto e Giovanni Guerrera, soci della sezione Unuci, e dei collezionisti Lucia Federico e Rodolfo Criaco.
Nella raccolta del ten. De Benedetto, una delle più importanti d’Italia, i francobolli illustrano i principali avvenimenti bellici di tutti gli stati che parteciparono alla guerra: dall’attentato di Sarajevo, all’entrata in guerra dell’Italia; soggetti militari; emissioni dedicate alla Croce Rossa; le imprese aeree di Francesco Baracca; i patrioti Cesare Battisti, Damiano Chiesa, Nazario Sauro; i monti dove i soldati italiani hanno combattuto; ma troviamo anche i francobolli emessi dalla Germania, che racchiudono, in una cornice nera in segno di lutto, le immagini di città, villaggi o monumenti, dei territori perduti.
E tra tanta distruzione e morte, come solo la guerra sa fare, restano comunque i sentimenti degli uomini, raccontati nella sezione “Natale al fronte”: corrispondenza e giornali del tempo, tratti dalla raccolta privata della giornalista Lucia Federico, che fanno rivivere le emozioni legate alle feste di fine anno, vissute in trincea.
Una piccola ricostruzione storica degli avvenimenti è invece offerta dagli oggetti messi a disposizione dal ten. Guerrera, che ha riprodotto fedelmente alcune scene dal fronte, mentre le copertine del giornale illustrato “Avvenimenti”, di Rodolfo Criaco, offrono un resoconto per immagini delle guerra e dei suoi protagonisti.
Presenti alla cerimonia il direttore della filiale reggina di Poste Italiane, Carolina Picciocchi, il presidente della sezione Unuci, 1° Capitano Nicola Pavone, l’assessore provinciale alla Cultura, Edoardo Lamberti Castronuovo, autorità militari e i rappresentanti delle associazioni combattentistiche. Numerosi gli studenti e i docenti di alcuni licei cittadini, tra cui il Liceo Artistico “Preti – Frangipane”, diretto dall’avv. Albino Barresi, che ha fornito il servizio di accoglienza.
“Questa mostra – ha dichiarato la Picciocchi, nel suo saluto di benvenuto, - è stata costruita intorno alla comunicazione e ai suoi strumenti più antichi. Ancora una volta la filatelia ci offre l’opportunità di raccontare la storia in modo semplice ma efficace, accompagnando i visitatori in un viaggio nella memoria”.
Il Palazzo di Poste, nel cuore della città, anche come spazio di cultura. Ne è convinto l’assessore Lamberti, che ha sottolineato come, attraverso la filatelia, “sia possibile realizzare una serie di appuntamenti con i grandi e piccoli avvenimenti della storia del nostro Paese, dando soprattutto un contributo di conoscenza e informazione alle giovani generazioni”.
Il presidente dell’Unuci, Pavone, ha illustrato nel suo intervento, le iniziative che l’associazione ha dedicato al centenario della prima guerra mondiale.
Prossimo appuntamento, giovedì 23 ottobre, alle ore 9.00, al Palazzo della Provincia, dove si svolgerà il Convegno “Calabria, Calabresi e Grande Guerra, in cui sono previsti gli interventi delle più alte cariche militari presenti nell’Unuci, e le relazioni di storici e studiosi reggini.
Per l’occasione, sono stati realizzati uno speciale annullo e quattro cartoline filateliche, che saranno disponibili nello stand di Poste Italiane che verrà attivato nella sede della manifestazione.
La mostra rimarrà aperta al pubblico fino al 29 ottobre, e sarà visitabile tutti i giorni dalle 8.30 alle 19, dal lunedì al venerdì, e fino alle 12 il sabato.