Direttore: Aldo Varano    

RC. Strangio (A Testa Alta per Reggio): “E’ il tempo di una nuova generazione alla guida della città”

RC. Strangio (A Testa Alta per Reggio): “E’ il tempo di una nuova generazione alla guida della città”
ReP

 

“Domenica 26 ottobre passa un treno speciale, destinazione futuro. Non stiamocene a casa presi dalla disillusione e dalla sfiducia. Saltiamoci sopra e avanti verso una nuova primavera. Io ci credo e se eletto metterò tutte le mie energie e le mie competenze al servizio della città”. Lo dichiara l’Avv. Giuseppe Strangio, candidato al Consiglio comunale con la Lista “A Testa Alta per Reggio”, con Falcomatà Sindaco. “Abbiamo condotto questa campagna elettorale, fatta di tanti contenuti, senza inutili polemiche ma con la voglia di spiegare ai reggini che c’è ancora luce in fondo al tunnel”. “
Reggio – continua Strangio - ha un grande dolore dentro. E’ una città tradita, umiliata e offesa. Uno Stato spesso patrigno ha mandato qui i suoi uomini che, purtroppo, non sono stati in grado di rimettere in marcia il popolo reggino. 
Serve un Sindaco e un’Amministrazione nuovi, che rifacciano innamorare i reggini della loro comunità, che facciano loro riscoprire il gusto della sfida, la voglia di cambiare, il coraggio di andare avanti”. “
Insomma – prosegue Strangio - serve una nuova squadra, serve passare il testimone ad una nuova generazione di politici senza compromessi con la voglia di menare le mani per rimettere Reggio sui binari giusti. 
Serve un progetto comune che ci faccia tornare l’orgoglio tipico di noi calabresi testardi che non mollano, come non mollarono i reggini che si rimboccarono le maniche dopo la catastrofe del 1908 e ricostruirono una città più bella di prima”. 
”In queste settimane abbiamo inteso lanciare alcuni piccoli segnali di cambiamento alla città, cercando di spiegare ai reggini che un’altra politica è possibile anche da noi. Per questo – precisa Strangio - non ho inteso aprire una segreteria politica per poche settimane, mi sembrava di prendere in giro gli elettori. Lo farò in caso di elezione e la manterrò attiva per tutta la Legislatura comunale offrendo ai cittadini un luogo in cui incontrarsi, magari protestare o formulare proposte e suggerimenti; ho lanciato una campagna "Candidato a € 1000,00", con l'intento di indurre anche altri alla sobrietà e al contenimento dei costi della campagna elettorale in un momento di grade crisi della città; ho affisso i miei manifesti per tempo e con la Reges prima che scoppiasse il delirio di questi giorni, dietro pagamento di regolare tassa di affissione ed ora sto affiggendo pochi altri manifesti solo ed esclusivamente sulle pochissime tabelle metalliche appositamente collocate dal Comune a quesito fine. Dunque, nessun manifesto abusivo!; ho dichiarato, e lo farò, che in caso di elezione rinuncerò pubblicamente a ogni indennità legata alla carica di consigliere comunale e ho invitato il nuovo Sindaco e gli Assessori a ridursi le indennità in segno di solidarietà con la crisi che vivono drammaticamente tutti i reggini”. “Per questo invito i reggini a non tirarsi indietro. E’ il tempo di cambiare le cose e di metterci tutti la faccia”.