Direttore: Aldo Varano    

Maurizio Condipodero eletto membro della giunta nazionale dell’Organismo unitario dell’avvocatura italiana

Maurizio Condipodero eletto membro della giunta nazionale dell’Organismo unitario dell’avvocatura italiana
ReP
 

L’avvocato reggino Maurizio Condipodero, 57 anni, è stato eletto membro della giunta nazionale dell’Organismo unitario dell’avvocatura italiana. Il cosiddetto "parlamentino" della professione legale, nato nel '95, è diretta emanazione del Congresso nazionale forense e ha come obiettivo quello di promuovere il pensiero dell'avvocatura su tutti i temi più importanti della giustizia e della professione, nel rispetto dell'autonomia di ciascuna componente.
Per Condipodero, dunque, si tratta di un nuovo prestigioso riconoscimento - conferitogli per effetto delle preferenze accordate, da una larghissima maggioranza dei delegati - che per la prima volta viene attribuito dall'Assemblea dell'Oua a un professionista reggino. Già membro del consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Reggio Calabria, Condipodero ha ricoperto numerosi incarichi di alto profilo istituzionale, tra cui quello di capo di gabinetto dell'Amministrazione provinciale di Reggio. Il neocomponente della giunta nazionale dell'Oua, tra l'altro, è da sempre particolarmente attivo sul fronte delle politiche sociali e della promozione dello sport. Impegno che ha portato avanti come delegato regionale FIBS (Federazione Italiana Baseball Softball), da presidente della commissione legale nazionale della stessa federazione e, in passato, in qualità di componente della giunta regionale del Coni Calabria.
"Sono naturalmente felice di questa elezione - ha affermato Condipodero - perché suggella un percorso di partecipazione alla vita democratica dell'Organismo. Ma sono felice soprattutto perché confido nell'opportunità, che mi è stata concessa, di rappresentare le istanze del mondo degli avvocati e, per quanto possibile, di contribuire a tracciare la linea che l'Oua seguirà nei prossimi anni. Sono orgoglioso di rappresentare la mia città e la mia regione in una giunta - ha concluso Maurizio Condipodero - all'interno della quale lavorerò con spirito di servizio nei confronti dei colleghi e seguendo la stella polare della nostra deontologia".