Direttore: Aldo Varano    

CATANZARO. Lorenzin: dal S Anna Hospital ottima impressione

CATANZARO. Lorenzin: dal S Anna Hospital ottima impressione

 

''Ho avuto del S. Anna un'ottima impressione, mi sembra una struttura all'avanguardia, dotata di attrezzature come capita di vederne solo nei grandi ospedali che in Italia si occupano di cardiologia e quindi, lo ribadisco, l'impressione e' stata ottima''.
 
Lo ha detto il ministro della Salute Beatrice Lorenzin - riporta un comunicato della struttura sanitaria - a conclusione della visita al Centro regionale di Alta specialita' del cuore di Catanzaro. Il ministro Lorenzin ha incontrato i vertici della struttura insieme con il personale e ha visitato il blocco operatorio. ''Sul tema della Rete dell'emergenza - e' scritto nel comunicato - il ministro ha invece affermato di avere 'ben chiare le ragioni per le quali il S. Anna pone il problema. In questo momento - ha aggiunto - i commissari sono impegnati proprio nella predisposizione della Rete emergenziale e sottoporrò loro le questioni che mi sono state qui rappresentate. Fondamentalmente, l'obiettivo e' rendere funzionale la Rete stessa in Calabria, anche perché' se la Rete non c'e' ma il servizio viene svolto, questo dato di fatto in qualche modo deve essere riconosciuto'''. ''Alla domanda su cosa farebbe il ministro se fosse al posto dei commissari straordinari - prosegue il comunicato - Lorenzin ha risposto: 'alcune cose le stanno facendo i commissari, altre vedremo se riuscirà a farle il ministro'.
 
Nel rivolgere il saluto dell'ospedale, il direttore generale, Giuseppe Failla, aveva in precedenza evidenziato il ruolo strategico svolto dal S.Anna all'interno del Servizio Sanitario Regionale. 'Tuttavia - aveva aggiunto Failla - dobbiamo purtroppo registrare una diversita' di atteggiamento piuttosto singolare nei confronti dell'ospedale: il tavolo interministeriale competente per la sanita' calabrese riconosce il nostro lavoro e anzi spinge perche' venga valorizzato, mentre la Regione considera nei fatti il Sant'Anna quasi fosse una realta' a parte rispetto all'ospedalita' pubblica regionale. Questo nonostante il S. Anna eroghi, a norma di legge, prestazioni pubbliche ai cittadini che ne fanno richiesta e agli ospedali di tutta la Calabria che inviano i malati in regime di emergenza urgenza. Per questo insistiamo da tempo nel chiedere che venga realizzata la Rete dell'emergenza. Perche' riteniamo necessario che il nostro lavoro venga ricompreso in un quadro normativo e funzionale che dia certezze, nell'interesse soprattutto dei pazienti''.