Direttore: Aldo Varano    

CALABRIA. GENTILE: FI non voleva la Ferro, hanno un gruppo dirigente settario

CALABRIA. GENTILE: FI non voleva la Ferro, hanno un gruppo dirigente settario

''Forza Italia voleva candidare un imprenditore dei liquori, mentre noi volevamo le primarie e non avevamo preclusioni per nessuno. Il gruppo dirigente della Calabria è come se fosse una setta: autoreferenziale e incapace di rappresentare la comunità''.

Lo ha detto a Fuscaldo, nel corso di una manifestazione, il senatore Antonio Gentile, coordinatore regionale Ncd.

''Ha ragione la Ferro - prosegue Gentile - quando dice che le ho riferito davanti a Verdini che non avrei mai trattato con la dirigenza locale: dimentica, però, di aggiungere che quello stessi gruppo non voleva la sua candidatura. Non volli più confrontarmi con chi diceva di essere il nuovo e poi pensava a prendersi nomine con una Giunta facente funzioni. Con questo modo inconsistente di fare politica non vogliamo più avere rapporti e agli organi di informazione chiediamo un'operazione verità: siamo andati da soli con coraggio per essere legittimati dal voto popolare. Ce lo riconoscano''.

''Nico D'Ascola ha detto - sostiene ancora Gentile - che se vinceremo le elezioni proporremo di dare la Presidenza del Consiglio Regionale al Pd, la Presidenza della commissione consiliare più importante a Forza Italia e tutte le commissioni di controllo a 5 stelle: tutto ciò significa separare il Governo dalle istituzioni ed è indice di buona politica''.