Direttore: Aldo Varano    

COSENZA. Premio Sila, vince Fitoussi, premio speciale a Settis

COSENZA. Premio Sila, vince Fitoussi, premio speciale a Settis

 

Si tiene domani pomeriggio a Cosenza, a Palazzo Arnone, la cerimonia del Premio Sila '49. La giuria - composta da Piero Bevilacqua, Francesco Maria Greco, Renato Greco, Romano Luperini, Marta Petrusewicz, Anna Salvo, Emanuele Trevi, Massimo Veltri e il presidente Amedeo Di Maio - ha annunciato i vincitori. Giorgio Falco con La gemella H (Einaudi) vince il Premio Letteratura; Jean-Paul Fitoussi con Il teorema del lampione (Einaudi) vince il Premio Economia e Società e sabato mattina terrà una conferenza. John Anthony Davis con Napoli e Napoleone (Rubbettino) vince il Premio Speciale "Sguardo da lontano".

Il Premio Speciale alla carriera va a Salvatore Settis che oggi pomeriggio terrà una lectio magistralis dal titolo "Diritto alla città e democrazia". Nato nel 1949, il Premio Sila è uno dei più antichi premi letterari italiani (il Bagutta nasce nel '27, il Viareggio nel '29, lo Strega nel '47), che è tornato sulla scena nazionale tre anni fa mantenendo la sua vocazione originaria: promuovere opere attente alla realtà e di rilievo civile. Sin dall'inizio collocò la Calabria nei circuiti culturali nazionali e nel vivo del dibattito tra correnti letterarie, scoprendo talenti e coinvolgendo nelle Giurie personalità come Giuseppe Ungaretti, Carlo Bo, Luigi Russo, Leonida Répaci, Carlo Levi, Geno Pampaloni, Rosario Villari, Enzo Siciliano, Angelo Guglielmi.