Direttore: Aldo Varano    

VIBO. Cittadini siriano faceva in casa il dentista abusivo

VIBO. Cittadini siriano faceva in casa il dentista abusivo

Aveva allestito un vero e proprio studio dentistico dove riceveva i pazienti a cui prestava cure odontoiatriche, tuttavia non aveva alcun titolo per esercitare la professione medica. I carabinieri della compagnia di Vibo Valentia hanno denunciato a piede libero all'autorità giudiziaria per il reato di esercizio abusivo della professione medica un cittadino siriano, A.A.Y di 45 anni residente da tempo a Pizzo già noto alle forze dell'ordine. I carabinieri della stazione di Pizzo nel corso di una perquisizione domiciliare hanno accertato che l'uomo, in una stanza della propria abitazione, aveva allestito un vero e proprio studio dentistico ove riceveva i suoi clienti che sottoponeva ad interventi somministrando anche delle cure.

La strumentazione medica, sequestrata insieme con il locale dai militari dell'Arma era tenuta senza il rispetto delle norme igienico sanitarie con buona pace per la salute dei clienti. Ma non solo. Alla perquisizione i carabinieri su delega della procura di Lamezia Terme sono arrivati per un'altra vicenda: l'uomo a seguito della chiusura di una relazione con una donna originaria di un comune vicino Pizzo, era stato già destinatario nel gennaio di quest'anno di una denuncia per atti persecutori sporta dalla donna e il giudice per le indagini preliminari di Lamezia Terme, sulla scorta degli elementi raccolti dai carabinieri, emise una misura cautelare di divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla donna. Allora l'uomo aveva iniziato a mostrare e distribuire a terzi dvd contenenti filmati che lo ritraevano unitamente alla donna in atteggiamenti intimi. Nel corso della perquisizione i carabinieri hanno rinvenuto numerosi dvd e supporti informatici nonché due smartphone contenenti i video incriminati. L'uomo dovrà ora rispondere dei reati di diffamazione ed esercizio abusivo di una professione.