Direttore: Aldo Varano    

P. Imbalzano: scellerata idea del sindaco di non voler dar seguito alla costruzione della nuova fiera di Arghillà

P. Imbalzano: scellerata idea del sindaco di non voler dar seguito alla costruzione della nuova fiera di Arghillà
ReP
 

“L’estemporanea ed inaccettabile presa di posizione del Sindaco Falcomatà, ripresa da alcuni media locali, di non voler dare seguito agli adempimenti tecnico-amministrativi -già ampiamente espletati e pur congelati nei tristi anni del Commissariamento- mirati alla realizzazione della Nuova Fiera di Arghillà e finanziata per i primi dieci milioni di euro con risorse della Legge per Reggio, cozza contro ogni elementare logica di sviluppo economico della città e rappresenta un grave segno di miopia amministrativa”,
E’ quanto afferma il capogruppo NCD al Consiglio comunale Pasquale Imbalzano.
“Prima di abbandonarsi ad annunci sull’ opportunità di privare Reggio di un Polo Fieristico moderno e adeguato alle auspicabili prospettive di crescita della prossima Città Metropolitana, al Sindaco stesso qualcuno avrebbe dovuto rappresentare che Reggio è stata per decenni sede dell’unica Fiera Internazionale della Calabria, decaduta e trasformata, per colpa della politica, in un carrozzone burocratico, e che il Consiglio Regionale, nella legislatura appena decorsa, aveva già avviato la discussione di un progetto di legge di un nuovo Sistema Fieristico Regionale che sicuramente verrà riproposto in questa appena avviata”, continua Pasquale Imbalzano.
“ Anche in questa ottica e tenuto conto che l’Area Nord della città è stata nei mesi scorsi riconosciuta ZONA FRANCA URBANA -per favorire il risanamento ed il rilancio di tutto il comprensorio- ci saremmo attesi al contrario un investimento aggiuntivo, avuto riguardo al fatto che la progettazione della struttura, opera dell’Archistar Vittorio Gregotti, prevede un secondo step di interventi con il chiaro obiettivo di valorizzare tutte le produzioni ed attività economiche locali, nonché fare di Reggio uno dei centri fieristici più importanti del Mezzogiorno e dell’intero Mediterraneo”, aggiunge il capogruppo Imbalzano.
“Vorremmo capire, e con noi la città, quale idea di sviluppo prefigura il Sindaco e la sua Giunta per una città che aspira ad essere il baricentro della provincia e dell’intera Area dello Stretto, atteso che la realizzazione della nuova Fiera di Arghillà rappresenta una straordinaria opportunità per accogliere quel turismo di affari e congressuale che inseguiamo da anni, nell’ottica di una città turistica sotto tutti i profili”, ancora Pasquale Imbalzano.
“Vorremmo altresì sapere dal Sindaco come sia stato possibile partorire questa cervellotica idea, quali Associazioni produttive ha consultato su un’opzione strategica per il futuro della città, considerato che la scelta della Fiera di Arghillà era nata dalla sinergica condivisione e dal coinvolgimento di tutte le Associazioni Artigiane, Commerciali ed Industriali, nonché della Camera di Commercio, le quali in questo progetto avevano individuato una delle poche certezze sulle prospettive di sviluppo economico di Reggio”, continua Imbalzano.
“Nell’anticipare fin d’ora che ci attiveremo in ogni sede per mobilitare tutti i soggetti istituzionali e non, direttamente coinvolti, vogliamo infine ricordare al Sindaco, che se Reggio - poiché inserita in un ricco cartellone di eventi per EXPO 2015 così come previsto dal virtuoso protocollo di intesa a suo tempo stipulato a Palazzo S. Giorgio tra i Sindaci di Reggio e Milano - non fosse stata colpita da un nefasto Commissariamento, la stessa avrebbe accolto il prossimo anno, nel primo step della nuova Fiera, alcuni avvenimenti fieristici delocalizzati da Milano- Rho che avrebbero avuto un sicuro e forte impatto sull’economia reggina, oltre che consentire una vasta promozione nazionale e internazionale della nuova struttura fieristica”, conclude il capogruppo NCD Pasquale Imbalzano.