Direttore: Aldo Varano    

Altroconsumo: lettera aperta al presidente Oliverio

Altroconsumo: lettera aperta al presidente Oliverio

ReP

E’ ormai prossima la data del 27 gennaio , giorno in cui si vuole ricordare e “per non dimenticare “ che in quel periodo, sulla Calabria si scatenò la fine del mondo a causa delle avverse condizioni atmosferiche che segnarono in modo indelebile la nostra regione.

In quel giorno dell’anno 2009, ricorda Pietro Vitelli Responsabile ALTROCONSUMO Regione Calabria, la nostra regione rimase isolata dal resto d’Italia, giovane vite spezzate   nei pressi dello svincolo di Rogliano (Cs) a causa di una frana assassina, che travolse un pulmino su cui viaggiavano un gruppo di sportivi al loro rientro da un torneo disputato fuori dalla nostra regione. Nel pomeriggio del 27 gennaio 2009 lungo la costa tirrenica, sempre a causa delle particolari condizioni climatiche, si scatenò il finimondo, bufere di pioggia e vento con raffiche che raggiunsero i cento kilometri orari, ricordiamo anche la frana sulla S.S. nei pressi di Belvedere Marittimo , nonchè nell’entroterra della provincia di Cosenza, mettendo in ginocchio la popolazione dell’alto e medio tirreno cosentino.

Attoniti ed impotenti molte famiglie furono allontanate dalle proprie abitazioni soprattutto nel comune di Cetraro, a nulla valsero gli interventi immediati della Protezione Civile e dei Vigili del Fuoco contro le forze della natura scatenatesi in quei giorni e non solo anzi si   protrassero per circa due settimane .

Tramite i media locali, conclude Pietro Vitelli responsabile ALTROCONSUMO Regione Calabria, è mia intenzione di lanciare un accorato appello al neo Presidente della Regione Calabria on. Oliverio che, sicuramente, accoglierà questa mia nuova forma di “tutela dei diritti” delle “imprese” che hanno lavorato in quei giorni di emergenza su richiesta delle Autorità locali nonché nei confronti degli “operatori turistici” che hanno accolto prontamente gli sfollati ed infine, di tutte le “famiglie” che hanno subito ragguardevoli danni alle proprie abitazioni.

Che l’0n. Oliverio faccia sapere in modo esplicito e senza raggiri, come mai ancora non vengono rimborsati i beneficiari, ben elencati dalle Prefetture, in quanto soggetti attuatori nominati dalla Protezione Civile per constatare la veridicità   di chi ha subito i danni dal maltempo che ha colpito la Calabria nei mesi di gennaio e febbraio 2009 ? Inoltre come mai non si da pratica attuazione alle Ordinanze di Protezione Civile ed in particolare alle O.P.C.M. n° 3734/2009 e 3741/2009 ? E se, tali somma sono state già assegnate alla Regione Calabria , fine hanno fatto?