Direttore: Aldo Varano    

VV. A tre anni arresto per droga: borsa lavoro per reinserimento

VV. A tre anni arresto per droga: borsa lavoro per reinserimento

Nel 2011 era stato arrestato per droga dopo che i carabinieri scoprirono diverse piantine di canapa indiana nei pressi della sua abitazione. Dopo essersi fatto qualche giorno di carcere, il giovane, oggi trentenne, sottoposto alla misura alternativa alla detenzione dell'affidamento in prova al Servizio sociale, è adesso destinatario, per il tramite del Comune di Filadelfia, di un contributo per interventi socio-assistenziali urgenti in favore di famiglie di detenuti ed ex detenuti che vivono grave disagio sociale.
In particolare il giovane usufruirà di una borsa lavoro per l'inserimento lavorativo e il conseguente sostegno alla famiglia. La vicenda era stata all'attenzione dei servizi sociali dell'Ufficio di esecuzione penale esterna dell'amministrazione penitenziaria di Vibo Valentia che hanno verificato l'effettiva situazione di disagio del 30enne residente nella cittadina, coniugato e padre di un figlio di due anni, con notevoli difficoltà ad inserirsi nel mondo del lavoro.
Il sindaco di Filadelfia, Maurizio De Nisi, in qualità di rappresentante legale dell'ente, si è reso disponibile a far svolgere attività lavorativa al giovane e, dunque, a svolgere le funzioni di ente ospitante del borsista e pochi giorni fa la giunta comunale si è riunita per discutere la vicenda e, con voti unanimi dei presenti, ha approvato lo schema di convenzione fra la Conferenza regionale volontariato giustizia della Calabria e il Comune di Filadelfia, finalizzata all'erogazione in favore del 30enne di 2.700 euro che saranno "spalmati" per una durata massima di sei mesi con la corresponsione di un'indennità di 450 euro mensili e determinati in un massimo di 20 ore settimanali che non dovrebbero superare le 4 ore giornaliere.