Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Il 3 febbraio l'ultimo saluto a Massimo Sauleo dagli amici di Piazza S. Agostino

REGGIO. Il 3 febbraio l'ultimo saluto a Massimo Sauleo dagli amici di Piazza S. Agostino
ReP

Massimo Sauleo, un ragazzo “della Piazza” degli anni sessanta e settanta, è scomparso il 30 dicembre 2014 a Quarrata, nel Pistoiese, dove risiedeva da tempo.
Arrivò in Piazza S. Agostino forse ancora prima di andare a scuola, “Memo”, soprannome che si portava dietro dagli anni della prima infanzia in famiglia, e divenne subito un riferimento importante, un amico caro e sicuro per i bambini poi divenuti i ragazzi di S. Agostino. Molto sportivo come tutti gli amici del gruppo, andava oltre la partecipazione alle attività, contribuendo spesso alla loro organizzazione. Crescendo, Massimo manifestava interessi anche culturali e sociali e i primi impegni per il miglioramento del proprio contesto di vita e in generale della città. In seguito a questo, aderì anche alle organizzazioni giovanili della sinistra allora presenti a Reggio.
Nel corso degli anni ottanta si trasferì in Toscana, nel Pistoiese, diventando funzionario della Prefettura di Pistoia. Proseguì anche lì nel suo impegno socioculturale e politico, che si istituzionalizzò con la sua elezione al consiglio comunale di Quarrata, dove ricoprì incarichi importanti, tra cui la presidenza del consiglio comunale e funzioni direttamente amministrative in qualità di assessore prima ai Servizi Sociali e poi ai Lavori Pubblici.
Le testimonianze e le onoranze registratesi in Toscana in occasione della sua scomparsa significano il peso che la figura di Massino Sauleo aveva assunto anche nell’ambito della sua comunità di residenza. Dove tra l’altro abitava con la sua famiglia, la moglie Marica e la figlia Daria.
Tra gli altri, il direttore dell’Associazione Pozzo di Giacobbe di Quarrata, in cui Massimo esplicava il suo costante impegno sociale, lo ricorda così:
«Ciao Massimo. E so di dire ciao a un gigante. Non ci possiamo dimenticare le tante cose fatte insieme, ma soprattutto non ci possiamo scordare te, il tuo impegno, la tua porta sempre aperta, il tuo sorriso. Dobbiamo molto alla tua voglia di costruire onestamente una città e una comunità migliori, senza chiedere nulla in cambio».
Anche se le sue venute a Reggio erano diventate di recente piuttosto sporadiche, i rapporti di affetto con gli amici di Piazza S. Agostino erano rimasti inalterati. Massimo, con la sua figura interessante e gioiosa, è rimasto idealmente sempre accanto a loro.
Abbracciando la famiglia, compresi la mamma, la sorella ed il fratello Filippo, che sarà presente, “gli amici della piazza” ricorderanno e saluteranno Massimo con una funzione religiosa che si terrà martedì 3 febbraio alle ore 17.30 nella chiesa omonima. Al termine della messa è previsto un momento di incontro nel nome di Massimo, cui sono invitati amici e conoscenti.


Reggio Calabria, 27 gennaio 2015
Comitato Piazza S. Agostino