Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Collettiva AutonoMIA incontra presidente del Consiglio Demetrio Delfino

REGGIO. Collettiva AutonoMIA incontra presidente del Consiglio Demetrio Delfino
incontro Collettiva-DelfinoReP

Il 25 novembre scorso, in occasione di un evento pubblico, abbiamo consegnato al Sindaco Giuseppe Falcomatà una serie di richieste rivolte all’amministrazione comunale appena insediata.
Dopo un periodo considerato da noi congruo, che permettesse all'amministrazione di avere un quadro completo della situazione, abbiamo fatto richiesta di incontro al Primo cittadino, al Presidente del Consiglio Comunale e all’Assessore ai servizi sociali e pari opportunità, per verificare lo stato delle cose.
Il 12 febbraio abbiamo dunque incontrato Demetrio Delfino, Presidente del Consiglio comunale.
E’ stato un incontro schietto e proficuo in cui c’è stato un ascolto reciproco attraverso l’analisi della situazione e dei punti da noi proposti nel documento.
Dalla toponomastica femminile alla comunicazione sessista, dalla richiesta di un luogo temporaneo di ricovero per le donne, soprattutto badanti straniere che si trovano buttate in strada dopo la morte dell’assistito, all’avere una città fruibile e sicura per tutte e tutti attraverso illuminazione, trasporti, controllo del territorio. Molte dunque le questioni che ci stanno a cuore.
Uno dei punti centrali del confronto è stato l’assunzione di responsabilità del Comune rispetto al grave e diffuso problema della violenza sulle donne e soprattutto sugli strumenti da adottare per prevenirla; consulte, osservatori, sinergia tra i vari soggetti interessati.
A Reggio Calabria non esistono analisi e dati circa il fenomeno. Istituire quindi un osservatorio è più che mei necessario oltre al monitoraggio dell’esistente.
Abbiamo fatto presente l’importanza della prevenzione attraverso progetti di educazione sentimentale e alle differenze da adottare nelle scuole, come promesso dal sindaco durante il 25 novembre. L’istituzione di una biblioteca dei bambini e delle bambine in cui, oltre ai testi liberi da stereotipi, si possano creare laboratori e campagne in tal senso potrebbe essere un buon inizio.
Sulla istituzione della commissione pari opportunità con relative nomine che avverranno a breve abbiamo fatto presente l’importanza che venga composta da persone competenti, con esperienza nel settore e soprattutto libere da logiche e vincoli diversi da quelli che non riguardino esclusivamente l’ interesse delle donne.
Riguardo la riappropriazione degli spazi pubblici, abbiamo chiesto un intervento immediato dell’amministrazione. Prendendo ad esempio il parco “Baden Powell”, da troppo tempo “ostaggio” di chi ne ha fatto una sua proprietà sottraendolo alla cittadinanza, abbiamo fatto presente l’urgenza del ristabilire la legalità in questi luoghi riconsegnandoli alla comunità.
Il confronto si è poi focalizzato sul punto per noi più importante : la richiesta di affidamento in comodato d’uso gratuito di un luogo, un bene, appartenente al patrimonio edilizio comunale, in regime di autogestione.
Da tempo siamo riferimento per le donne vittime di violenza che ci chiedono aiuto per uscire dalle loro situazioni di abusi. Abbiamo quindi, oltre che fatto da tramite con i luoghi deputati all’aiuto, anche da sostegno nelle loro necessità e supporto negli iter processuali .
Avere un riferimento fisico vorrebbe dire continuare la nostra azione soprattutto di prevenzione sul territorio in modo più proficuo ed efficace. C’è necessità di avere in città un luogo non istituzionale, laico, non medicalizzato, in cui le donne si sentano libere di essere ed esprimersi nei loro bisogni e desideri.
Un luogo dove mettere a frutto e prendere consapevolezza delle proprie ricchezze, un luogo di confronto, partecipazione, impegno: un centro sociale autogestito delle donne.
Ci siamo riservate di fornire altri input e proposte, ma soprattutto abbiamo offerto la nostra disponibilità a costruire percorsi che possano portare a soluzioni concrete e condivise riguardo le questioni discusse.
Apprezzando la disponibilità del Presidente del Consiglio Demetrio Delfino, che, oltre all’ apertura ad un confronto continuo, ha preso degli impegni precisi riguardo molti dei punti citati, ci auguriamo che le parole si concretizzino al più presto in azioni.
Attendendo di ricevere riscontro anche dal Sindaco Giuseppe Falcomatà e dall’assessore Giuseppe Marino…aspettiamo primavera.
Collettiva AutonoMIA Reggio Calabria
Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Su FB : Collettiva AutonoMIA Reggio Calabria

.