Direttore: Aldo Varano    

REGGIO.È morto Demetrio Costantino presidente CIDS

REGGIO.È morto Demetrio Costantino presidente CIDS

ReP

È MORTO DEMETRIO COSTANTINO PRESIDENTE CIDS. AVEVA 82 ANNI. I FUNERALI SI SVOLGERANNO DOMANI 2O FEBBRAIO ALLE ORE 15 PRESSO LA CHIESA DEL SACRO CUORE A REGGIO CALABRIA.

Fin da ragazzo frequenta la Camera del Lavoro di via Graziella in Sbarre e comincia a interessarsi delle questioni sociali e politiche. Si iscrive alla Federazione Giovanile Comunista e a 18 anni è stato proposto ed assunto come funzionario dedicandosi a tempo pieno all'attività politica. Nel 1955-56 diviene prima Segretario provinciale e poi regionale della Federazione Giovanile Comunista entrando nella Direzione Nazionale il cui Segretario era Enrico Berlinguer. Nel 1957 viene eletto Segretario del Comitato Cittadino del PCI. Nel dicembre 1962 viene provvisoriamente inviato in Francia per svolgere attività di orientamento fra gli emigranti italiani in vista delle elezioni politiche svoltesi in Italia nell'aprile 1963. Nel 1964 fonda l'Associazione autonoma dei commercianti di Reggio Calabria divenuta poi Confesercenti. Nel 1967 viene eletto Presidente dell'Alleanza provinciale dei ontadini, dopo confluita nella Confcoltivatori, e infine diviene Presidente della CIA (Confederazione Italiana Agricoltori) nelle quali Organizzazioni svolge 35 anni di attività. È stato anche nel consiglio di amministrazione dell'ESAC, nel Consiglio del Consorzio del Bergamotto, nella Giunta dell'Ente Fiera, nella Giunta della Camera di Commercio e Presidenre della COMARC.Nel 2000 ha fondato il CIDS (Comitato Interprovinciale per il Diritto alla Sicurezza) restandone Presidente fino alla morte. Nel 2007 ha costituito il COMER.Nonostante la rinchiusura dialettica nella vita interna del Partito Comunista Italiano e nei partiti di matrice comunista, nel corso di 60 anni di attività e nel rispetto delle regole, non ha mai ritenuto di rinunciare alla propria libertà di opinione, esprimendo liberamente le proprie idee anche quando queste contrastavano con il pensiero dominante.