Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Domani alle "Muse" presentazione del romanzo "Il violinista vagabondo" di N. Lo Giudice

REGGIO. Domani alle "Muse" presentazione del romanzo "Il violinista vagabondo" di N. Lo Giudice

Continua la programmazione del “Laboratorio delle Arti e delle Lettere - Le Muse” che per domenica 1 marzo alle ore 18 presso la Sala D’Arte di via San Giuseppe 19, prevede la manifestazione “Il violinista vagabondo”.Anche la nostra associazione dichiara Giuseppe Livoti – presidente del sodalizio reggino, promuove la scrittura attraverso la presentazione di opere, saggi, romanzi, libri che altro non sono, che il frutto del grande patrimonio umano e creativo della città e provincia. “Il violinista vagabondo” è l’ultimo romanzo della scrittrice Nanà Lo Giudice che dopo aver dato alle stampe “Pupe di pezza”, “La Gabbia dei pappagalli”, “Profumo di cedri”, “Il bambino dalle ali d’oro” ha pubblicato un romanzo dedicato al significato …della musica come passione che unisce un uomo ed una donna. La vita, come il pentagramma, ha note basse e spesso impone delle scelte che, errate o giuste che siano, possono stravolgere la proiezione di un’esistenza concepita, nell’anima e nel cuore, in modo diverso. Il tema del viaggio e della ricerca di identità invece sarà altra chiave di lettura della scrittrice reggina che domenica svelerà al pubblico retroscena e caratteristiche della stesura del testo. Converseranno con il pubblico oltre l’autrice, il critico letterario Francesca Neri che si soffermerà sul rapporto “amore” e “non amore” in letteratura mentre la professoressa Teresa Polimeni Cordova approfondirà il concetto del rapporto tra vita e scrittura. Inoltre sarà presente Daniele Chiovaro il quale ha realizzato la parte grafico-artistica del testo, attraverso paesaggi e memorie di una indagata realtà. L’itinerario artistico di Daniele Chiovaro sarà descritto da Giuseppe Livoti che si soffermerà sulla “diversa abilità” come valore aggiunto alla società di oggi ed il senso dell’arte come evasione e approdo sicuro dell’uomo contemporaneo. Le tele dipinte da Daniele Chiovaro sono realizzate solo con “…l’ausilio della bocca” e dimostrano come certe “diversità” oggi possano essere superate con successo.