Direttore: Aldo Varano    

CATANZARO. Inaugurata la nuova sede del WWF

CATANZARO. Inaugurata la nuova sede del WWF
 Inaugurata la nuova sede sociale del WWF Catanzaro Onlus, un altro punto di riferimento importante per gli ambientalisti e gli amanti della natura nel Parco della Biodiversità mediterranea della Provincia di Catanzaro. Questo pomeriggio, alla presenza del presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno e della dirigente del Settore Rosetta Alberto, i locali messi a disposizione dell’amministrazione provinciale hanno aperto i battenti con l’avvio del Corso di Formazione per Guardie Ambientali WWF. Si tratta di un Corso che avrà una durata complessiva di 60 ore e vedrà la presenza di docenze altamente qualificate in materia giuridica e ambientale, che formeranno i volontari ai loro compiti di istituto. Al momento sono cinquanta le aspiranti guardie ambientali: la prima lezione sull’ambiente è stata tenuta proprio dalla dirigente provinciale del settore, Alberto. L’Amministrazione Provinciale di Catanzaro ha concesso una sede all'associazione ambientalista, con cui già da tempo collabora, supportandola in vari progetti. Dall'educazione ambientale (l’associazione offre già all’interno del parco cittadino visite naturalistiche gratuite sia a piedi che a bordo del trenino) al recupero della fauna selvatica in difficoltà (oltre 130 i selvatici recuperati nel 2014 e affidati alla cure del Centro Recupero Animali Selvatici del capoluogo) il WWF Catanzaro Onlus muove le proprie forze indirizzandole verso la tutela ambientale e del patrimonio naturalistico. “Il potenziamento di figure qualificate come quelle che fanno riferimento al WWF - ha evidenziato il presidente Bruno - rappresenta un ulteriore segno tangibile dell’attenzione e della cura che l’amministrazione provinciale riserva al polmone verde nel cuore della città capoluogo di Regione, prezioso patrimonio ambientale e culturale di tutta la Calabria. Noi continuiamo ad essere a vostra disposizione e contiamo sul vostro prezioso contributo. Il senso civico, il rispetto del patrimonio culturale, paesaggistico e ambientale dell’intera collettività che può fruire del Parco, delle sue strutture sportive e ludiche, delle opere d’arte presenti nel cuore del capoluogo di regione deve essere da stimolo a tutelare quello che è un fiore all’occhiello della provincia, e della regione, da danneggiamenti ed episodi di inciviltà – ha ribadito il presidente Bruno -. Anche perché continuare a spendere risorse per riparare danni causati dall’inciviltà diffusa, significa purtroppo sottrarre fondi che potrebbero essere invece destinati ad incrementale i servizi e aumentale la qualità di quelli esistenti”. Quello rivolto dal presidente Bruno è l’ennesimo appello alla collettività a “prendersi cura” del Parco, intento agevolato dalla presenza del Wwf che, come ha rimarcato Simona Curatola (Presidente WWF Catanzaro ONLUS) “vuole occuparsi di educazione ambientale e non solo di tutela”. Francesco Amato (Vice Coordinatore Guardie WWF provincia di Catanzaro) – presente anche Saverio Feudale (Coordinatore Guardie WWF provincia di Catanzaro) e numerosi volontari – ha ribadito che la nuova postazione del WWF Catanzaro Onlus all’interno del Parco della Biodiversità Mediterranea si tradurrà in una presenza sempre più concreta per tutta la comunità, un’apertura ancora maggiore alle istanze di sensibilizzazione che provengono dal territorio ed un punto di riferimento per la formazione, l’informazione e l’educazione ambientale e la tutela faunistico - ambientale nel nostro territorio. Inoltre, la presenza del WWF, con il suo Nucleo Provinciale di Guardie Ambientali, sarà un supporto in più per l’Amministrazione Provinciale, già molto attenta ed impegnata nella salvaguardia dello splendido patrimonio naturalistico del territorio.