Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Sabato 7 al GTF "Napoleone in fuga inseguito dai conigli" il capolavoro di Nola Rae

REGGIO. Sabato 7 al GTF "Napoleone in fuga inseguito dai conigli" il capolavoro di Nola Rae
Arriva a Reggio l’artista di fama internazionale del Mime London Theatre “Napoleone in fuga inseguito dai conigli”: in prima regionale al teatro Cilea il capolavoro di Nola Rae, ispirato in parte da “Il grande dittatore” di Chaplin Sabato 7 marzo ore 21.00 - Globo Teatro Festival, Teatro Francesco Cilea, Reggio Calabria  

Nola Rae, artista di fama internazionale, è una delle più originali del teatro moderno britannico. Il suo stile, utilizzando un mix di mimo, danza, commedia e teatro di figura, tocca il pubblico di tutte le età. Insignita dalla Regina d’Inghilterra del prestigioso M.B.E. (Membro dell’Ordine dell’Impero Britannico) per i suoi servizi all’arte della recitazione e mimica e di numerosi premi tra cui il Total Theatre Award alla carriera, ad oggi il suo lavoro è stato visto in più di 69 paesi. Arriva finalmente anche a Reggio Calabria grazie al Globo Teatro Festival con  “Napoleone in fuga inseguito dai conigli”, una straordinaria parodia dei tiranni del passato e del presente visti attraverso l’arte mimica e clownesca. Lo spettacolo è in programma sabato 7 marzo alle ore 21.00 al Teatro Francesco Cilea, per la prima volta in Calabria dopo aver girato il mondo. Nola Rae interpreta il cuoco di un esercito in ritirata che si trascina barcollando nel fango. È solo e abbandonato, non ha la minima idea di dove stia andando. Sta andando e basta. Sul suo cammino trova una tenda da accampamento, si avvicina titubante. Invece di continuare il suo percorso, si ferma perché c'è qualcosa di strano in questa tenda… un letto, un pastrano, il simbolo dell'ape imperiale, un cappello dalla forma strana. Comincia a rovistare e improvvisamente scopre di non sentirsi più perso. Comincia a provare un nuovo ruolo, e anche piuttosto pericoloso. Adesso ha solo bisogno di un carisma omicida, di un'inossidabile volontà di ferro e di una grattugia. Un ironico e spietato quadretto sui grandi e piccoli despoti condotto con impareggiabile maestria dalla regina dell'arte mimica Nola Rae, specializzata nel sovvertire la tragedie trasformandole in spettacoli da clown: con leggerezza racconta ciò che vuole, il potere assoluto e il disastro assoluto intrecciando con il suo stile inconfondibile le nostre umane fantasie, emozioni e ossessioni. Uno spettacolo per tutti perché un'artista come Nola Rae, girovaga e cantastorie, parla a tutte le età, una prima regionale da non perdere con la regia di John Mowat, le scene di Matthew Ridout, la musica di Peter West e i costumi di Alannah Small. Per una produzione International Visual Theatre - London Mime Theatre. Entusiasti i giudizi della critica internazionale: "Questo pezzo è infinitamente creativo... humor ad alta velocità e meravigliose caratterizzazioni” (Oxford Times); "La performance di Nola Rae tocca potentemente vari aspetti dell’umanità: dalla paura all'avidità, all’influenza corruttrice del potere" (Bristol Evening Post); “L'arte di Nola Rae tiene il pubblico in trance” (The Guardian); “Semplicemente notevole per il suo umorismo, sensibilità, precisione e intelligenza” (La nouvelle Republique).