Direttore: Aldo Varano    

CATANZARO. Domani a Palazzo Alemanni vertice sul lavoro con Oliverio Ciconte DeGaetano e Guccione

CATANZARO. Domani a Palazzo Alemanni vertice sul lavoro con Oliverio Ciconte DeGaetano e Guccione
 

Si terrà martedì prossimo alle ore 11, presso la sede della presidenza della Regione di Palazzo Alemanni, a Catanzaro, un vertice presieduto dal presidente della Regione Mario Oliverio, a cui parteciperanno anche il vice presidente della giunta regionale Ciconte e gli assessori De Gaetano e Guccione insieme ai rappresentanti delle organizzazioni sindacali regionali. Obiettivo dell’incontro è quello di fare un punto complessivo sulla situazione economica e sociale della Calabria per mettere in campo una serie di iniziative strategiche finalizzate alla ripresa, alla crescita e, soprattutto, all’occupazione e al lavoro. “La mancanza di lavoro –afferma il presidente Oliverio in una nota- è uno degli indicatori più gravi dell’attuale emergenza sociale ed economica calabrese. La crisi in atto colpisce intere categorie sociali: giovani, donne, anziani, immigrati, le persone a rischio d’esclusione sociale e povertà. La disoccupazione giovanile ha toccato la punta record del 53,1%, la più alta d’Italia. Quasi 200.000 giovani non lavorano né studiano ed è ripresa con grande velocità l’emigrazione, in particolare di giovani laureati, il 27% del totale degli emigrati nel 2011. Il bassissimo tasso di occupazione femminile e, in particolare delle giovani donne, costituisce uno dei fattori più gravi di freno alla crescita civile e sociale della Calabria. L’espansione delle ore di cassa integrazione straordinaria, il numero elevato dei beneficiari di indennità di mobilità e il grande bacino del precariato costituiscono un ulteriore indicatore delle crescenti difficoltà dell’economia calabrese”. “A fronte di questi dati drammatici, anche se il problema dipende da molti fattori esterni e necessita di un intervento del Governo –continua il presidente della Regione- un piano del lavoro e dell’occupazione costituisce una priorità assoluta della nuova Giunta Regionale e deve essere articolato per coprire tutte le opportunità scaturenti dalla gamma degli strumenti disponibili (POR 2014/2020, Garanzia Giovani, ecc.)”. “Non c’è più –conclude Oliverio- neanche un minuto da perdere. Lo so: la sfida che abbiamo davanti è difficile. L’incontro di martedì prossimo costituisce solo la prima tappa. Sono convinto, però, che ce la faremo. Dovremo farcela se vogliamo restituire ai nostri giovani, ai nostri figli un futuro di prospettiva e di speranza”.