Direttore: Aldo Varano    

MOTTAFOLLONE (CS). Sequestro ecocompattatore, Graziano (CdL): "certo di una soluzione positiva"

MOTTAFOLLONE (CS). Sequestro ecocompattatore, Graziano (CdL): "certo di una soluzione positiva"

Rep

Bisogna sostenere i sindaci che investono risorse per il corretto ciclo della differenziata e valorizzano le politiche ambientali a tutela dell’ecosistema. Quanto successo, nei giorni scorsi, a Mottafollone a seguito del sequestro di un compattatore, non può affievolire i risultati raggiunti in tema rifiuti in una comunità sicuramente virtuosa. Solidarietà al primo cittadino Romeo Basile, all’assessore all’ambiente Francesco Capparelli e a tutto l’Esecutivo, affinché quanto verificatosi possa essere archiviato come un mero incidente di percorso. Sono convinto, infatti, della totale buona fede degli Amministratori. Auspico che le autorità giudiziarie facciano piena chiarezza sull’accaduto, fermo restando che se, oggi, si contemplano episodi del genere le cause sono da ricercarsi in un sistema regionale di gestione rifiuti che ha enormi falle, sicuramente non addebitabili all’attuale Governo della Calabria, ma che è necessario tamponare con urgenza. Il Consigliere regionale Giuseppe Graziano interviene riguardo agli ultimi fatti che hanno interessato la cittadina e l’Amministrazione comunale di Mottafollone (Cs) che nei giorni scorsi hanno subito il sequestro dell’unico auto compattatore in dotazione al Comune, da parte dei Carabinieri, a causa di una presunta perdita di percolato. Confido nell’opera delle forze dell’ordine e della giustizia– dichiara Graziano – e sono certo che quanto accaduto sarà archiviato in pochissimo tempo e a favore degli amministratori cittadini. Quella di Mottafollone è una comunità che si è sempre distinta per la sua capacità di saper gestire i rifiuti ed ha raggiunto risultati esaltanti in questo ambito. Proprio per questo sono convinto che tutte le procedure di custodia degli scarti da inviare in discarica si siano svolte nella totale tutela e rispetto dell’ambiente. Così come emergerebbe anche dalle tempestive verifiche richieste dal Sindaco Basile e dall’Assessore Capparelli. Il controllo costante delle autorità preposte – aggiunge Graziano – mirato alla tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini, non può che essere un deterrente ottimale dei reati ambientali, specie quelli derivanti dalla gestione dei rifiuti ed è necessario che siano fatte verifiche capillari e metodiche nell’intero territorio. Sono comunque convinto – conclude il Consigliere regionale – che il virtuosismo amministrativo dell’Esecutivo cittadino e tutte le azioni poste in essere riusciranno a rendere ancora più proficui i già entusiasmanti risultati raggiunti in ambito di riciclo dei rifiuti e più in generale nelle politiche ambientali.