Direttore: Aldo Varano    

Calabria. Commissariamento Coni, Dieni (M5s): " avvertimento alle istituzioni per un cambio di rotta"

Calabria. Commissariamento Coni, Dieni (M5s): " avvertimento alle istituzioni per un cambio di rotta"
 

rep

“La notizia del Commissariamento del Coni calabrese deve essere un avvertimento per un cambio di rotta delle istituzioni. Lo sport non è un’attività di serie B.” Con queste parole la deputata del Movimento 5 Stelle Federica Dieni commenta la decisione del Coni seguita alle dimissioni di cinque componenti della Giunta regionale e alla conseguente decisione di affidare la gestione al commissario Roberto Fabbricini e alla vice è Cecilia D’Angelo. “Auguro buon lavoro ai nuovi organi del CONI calabrese, ma le circostanze che hanno condotto a questa situazione non vanno sottovalutate e devono imporre un cambiamento di rotta ai responsabili della politica locale. Non voglio entrare nel merito delle problematiche che hanno portato alle dimissioni dei membri della Giunta. Va rimarcato, tuttavia, un dato che deve far riflettere. La politica sportiva intrapresa negli ultimi anni  è totalmente inadeguata e, a fronte di rari e sporadici successi sul fronte del ripristino o della manutenzione dell’impiantistica, vi sono fin troppi episodi di trascuratezza e di degrado. Non è un caso se la Calabria è agli ultimi posti nella graduatoria del rapporto redatto dal Coni nazionale sullo sport in Italia. La nostra Regione, è vero, ha tanti problemi e lo sport può sembrare davvero l’ultimo di questi. Ho sempre considerato, tuttavia, l’attività fisica e l’agonismo come qualcosa di non dissimile da uno strumento educativo, una scuola che si basa sul sacrificio, sul merito e sul rispetto delle regole, rivolta prevalentemente ai giovani, ma aperta a tutti. Questi valori si radicano con lo sport molto meglio che con i convegni, le campagne pubblicitarie e le parole dei politici. Per questa ragione la mia speranza è che, ciascuno nel suo ordine, a partire dalla Regione, per arrivare ai singoli Comuni, prenda quest’occasione come scusa per una riflessione e per riportare  lo sport e la cura degli impianti al centro del dibattito. Spero che la nuova struttura commissariale riesca a fare ciò che finora non è stato possibile: riportare lo sport alla Calabria. Per parte nostra, in questa missione saremo senz’altro al loro fianco.”