Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. WWW- What Women Want inaugura a Siderno il Cantiere “Legalità”

REGGIO. WWW- What Women Want inaugura a Siderno il Cantiere “Legalità”
ReP


WWW - What Women Want – La Calabria vista dalle donne avvia a Siderno il percorso di confronto, analisi e proposta con il primo Cantiere, dedicato alla Legalità. Un Open Talk, ed aperto alla cittadinanza, che verrà dedicato alla legalità nelle Pubbliche Amministrazioni ed organizzato presso la sala del Consiglio Comunale di Siderno il 13 Marzo alle 16:00.
Sarà un momento di confronto tra amministratori ed amministratrici locali sul tema della legalità. Nel corso del pomeriggio aperto dalla Consigliera di Parità Ciarletta e moderato della giornalista Alessandra Tuzza sarà presentato il questionario, elaborato della socie di WWW, volto a rilevare le proposte delle amministratrici per rafforzare le amministrazioni pubbliche sul piano della legalità e mirato a fornire un agevole strumento per rilevare criticità e buone prassi che emergeranno di volta in volta negli incontri del Cantiere Legalità.
WWW ha deciso di avviare un Cantiere “Legalità” per discutere delle riforme e delle azioni necessarie per combattere l'illegalità e la corruzione secondo un punto di vista femminile, ascoltando l'esperienza delle donne impegnate nella amministrazione del territorio. “Parlare di legalità,- sottolineano le organizzatrici - comporta l'assunzione di un impegno condiviso tra Pubblica Amministrazione e società civile per l’adozione di comportamenti volti alla piena attuazione dei diritti, della libertà e dignità della persona. L'intento del Cantiere di Legalità vuole essere quello di promuovere un'occasione di confronto tra amministratori ed amministratrici locali, per discutere insieme gli ostacoli e le difficoltà più rilevanti nel cammino verso la realizzazione della società di diritto. Altrettanto importante sarà provare a cogliere quali possano essere le soluzioni proposte dalle partecipanti per migliorare la sicurezza delle amministrazioni locali, specie quelle governate da donne, ovviare a fenomeni di illegalità concreti, che si rivelano agli occhi di un amministratore nella gestione quotidiana del territorio”. Il Cantiere prevede, dopo il primo step di confronto, di dare seguito ad una serie di appuntamenti provinciali sulle tematiche principali che emergeranno da questa fase di dibattito. Hanno dato la propria adesione all’iniziativa di Siderno molte amministratrici contattate della provincia di Reggio, tra queste consigliere, sindache e assessore di cui è giusto ricordare i nomi: Elisabetta Tripodi – Sindaca di Rosarno, Eleonora Bellantonio – Assessora Comune di Oppido Mamertina, Elisa Scerra – Assessora Istruzione e Legalità di Oppido Mamertina, Margherita Mazzeo – Presidente del Consiglio Comunale di Oppido Mamertina, Nancy Iachino – Consigliera Comunale Città di Reggio Calabria, Maria Tropeano – Vice Sindaca Comune di Stilo, Carmela Branca – Vice Sindaca Comune di Bagaladi, Pina Tripodi – Consigliera Comunale di Bagaladi, Caterina Belcastro – Assessora Comune di Caulonia, Silvana Capogreco – Assessora Comune di Bianco, Maria Luisa Ollio – Assessore Comune Bova Marina, Caterina Fruci – Vice Sindaco Candidoni, Lorena Ieraci - Assessora Comune di Mammola, Lidia Ritorto – Assessora Comune Gioiosa Ionica, Laura Crimeni - Presidente del Consiglio Comunale Gioiosa Ionica, Elena Zavaglia – Vice Sindaca Comune S. Giovanni di Gerace, Maria Teresa Carabetta Consigliera Comunale Comune San Giovanni di Gerace, Maria Elena Loschiavo – Vice Sindaca Comune Marina di Gioiosa Ionica, Loredana Femia – Presidente Consiglio Comunale Marina di Gioiosa Ionica, Nensi Spatari Consigliera Comunale di Mammola.

Il Direttivo di What Women Want