Direttore: Aldo Varano    

CATANZARO. Daniela Carrozza su inaugurazione area Rotella di Piazza Matteotti

CATANZARO. Daniela Carrozza su inaugurazione area Rotella di Piazza Matteotti
ReP

Testo della dichiarazione dell’assessore alla cultura, Daniela Carrozza:
“L’inaugurazione dell’area dedicata a Mimmo Rotella all’interno della riqualificata Piazza Matteotti rappresenta una piccola svolta nella più ampia programmazione culturale portata avanti dall’amministrazione comunale volta a costruire un legame sempre più indissolubile tra Catanzaro e l’indimenticato artista. Un progetto che sta trovando la sua concretizzazione grazie all’impegno del sindaco Abramo che ha creduto fortemente nella collaborazione con la Fondazione “Mimmo Rotella”, presieduta da Rocco Guglielmo, portando avanti da diversi mesi un dialogo mirato a costruire assieme il progetto “Catanzaro Città di Mimmo Rotella”. Un percorso che, tra i piccoli traguardi raggiunti, ha visto l’installazione del pannello dedicato al celebre artista catanzarese nell’apposito spazio sito all’imbocco della galleria del San Giovanni, principale punto di ingresso al centro storico, e l’assegnazione del premio Rotella alla star del cinema Al Pacino, in occasione della scorsa Mostra di Venezia, che ha contribuito a proiettare Catanzaro al centro della ribalta internazionale.
Un legame, quello con la fondazione Mimmo Rotella, che troverà un ulteriore seguito nella rinnovata piazza Matteotti con l’inaugurazione di una sorta di piccolo museo all’aperto dedicato al maestro con quattro pannelli espositivi corredati da altrettante riproduzioni di opere e testi, in italiano ed inglese, sull’artista e sulla sua significativa produzione. Si tratta di un altro tassello che si inserisce in un percorso strategico a lungo termine destinato a coinvolgere i principali contenitori culturali della città, nell’obiettivo di realizzare una esposizione permanente di opere di Rotella anche al fine di promuoverne la conoscenza tra le nuove generazioni. Sono convinta che la crescita e lo sviluppo del Capoluogo, al di fuori dei propri confini, siano legati fortemente alla diffusione dell’arte contemporanea proseguendo nel solco delle iniziative promosse già con successo al Marca e al Parco internazionale della scultura, in grado di conquistare l’attenzione dei grandi media, in uno stretto connubio tra passato e presente, tradizione e innovazione, per dare nuova linfa alle nostre radici identitarie”.
(cn2)