Direttore: Aldo Varano    

REGGIO.Da domani fino al 31 Marzo il contest su #TwPinocchio/Wired

REGGIO.Da domani fino al 31 Marzo il contest su #TwPinocchio/Wired

Dodici tweetbook, ovvero raccolte di tweet, per riflettere e far riflettere sui fili dei burattini: al via da domani e fino al 31 marzo il contest su #TwPinocchio/Wired, l’inedito percorso in continuità didattica realizzato dalle diciotto classi reggine sul capolavoro di Carlo Collodi. Nell’ambito del progetto #TwPinocchio, promosso da www.twletteratura.org, comunità di lettori nata per commentare e interpretare i testi della letteratura italiana attraverso i social network, gli studenti dell’Istituto Comprensivo Falcomatà-Archi, dell’Istituto Comprensivo San Sperato-Cardeto e del Liceo Scientifico L. Da Vinci di Reggio Calabria hanno letto Le avventure di Pinocchio attraverso un calendario condiviso con altre cinquanta scuole d’Italia, e da novembre a gennaio lo hanno parafrasato e commentato su Twitter: il social network è stato invaso di acrostici, filastrocche, disegni, rivisitazioni dialettali, parole chiave, collegamenti ipertestuali e interazioni con i personaggi. Dopo il successo della riscrittura dello scorso anno su I Promessi Sposi, la scommessa inedita è stata #TwPinocchio/Wired, il percorso ideato da Josephine Condemi che, grazie al protocollo Kaleidoscopio, ha instaurato nella rete inter-istituto un processo di apprendimento “peer-to-peer”, con dei laboratori itineranti nei diversi plessi aderenti al progetto, in cui bambini e ragazzi si sono confrontati sul romanzo e sull’utilizzo delle nuove tecnologie: dagli 8 ai 16 anni nella stessa stanza, a scuola, per parlare di letteratura e Internet, senza distinzioni rigide tra docenti e discenti, scambiandosi i ruoli, imparando insieme. A partire dal wire, il filo metallico che legava i burattini, i 380 studenti partecipanti hanno riflettuto in queste settimane, coordinati dalle insegnanti, su libertà e responsabilità: quali sono i fili che ci legano? Occorre sempre liberarsene, oppure no? Che ruolo ha in questo la tecnologia? Ogni classe ha quindi preparato una raccolta di tweet, un tweetbook, con cui coinvolgere la comunità di TwLetteratura e la cittadinanza per una rilettura insolita dell’opera di Collodi. Da lunedì 16 e fino a martedì 31 sarà possibile votare su Twitter, Facebook (sulla pagina ufficiale di TwLetteratura) e la stessa piattaforma Tweetbook la propria raccolta preferita. I ragazzi del Liceo, fuori contest, hanno scritto per l’occasione un post in cui commentano la loro esperienza di peer-tutoring. Al termine delle votazioni, il tweetbook che avrà ricevuto complessivamente più voti verrà premiato durante una festa finale a conclusione dell’anno scolastico. Particolarmente soddisfatte le dirigenti Serafina Corrado (“Falcomatà-Archi”), Giuseppina Princi (“L. Da Vinci”) e Maria Morabito (“S.Sperato-Cardeto”). Dopo la riscrittura del 36° capitolo ambientato sullo Stretto e la presentazione come buona pratica al Festival delle Generazioni di Roma, #TwPinocchio/Wired si apre alla città. E il gioco continua.

LINK UTILI:

- Le classi partecipanti, i titoli dei tweetbook e il regolamento del contest:  

-          Il post dei ragazzi del “Da Vinci”:  

-          Per saperne di più sulla continuità didattica:  

-          La riscrittura sullo Stretto di Messina: