Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Vescovo Oppido: no a commistioni per 'Affruntata

REGGIO. Vescovo Oppido: no a commistioni per 'Affruntata
Durante la processione dell'incontro tra la Madonna con il Figlio risorto, chiamata comunemente 'Affruntata', bisogna evitare in tutti i modi eventuali ''inappropriate commistioni''. Al termine della processione, inoltre, le statue saranno ''riportate nelle rispettive chiese per la via piu' breve''. E' quanto prevede la guida per le celebrazioni, i pii esercizi e le processioni della settimana Santa nella Diocesi di Oppido Mamertina-Palmi. ''Nella nostra Diocesi - e' scritto nel documento - e' diffusa la tradizione dell'incontro della Madre con il Figlio risorto, comunemente chiamata Affruntata. Questa processione si svolga solo al mattino di Pasqua. Per questo pio esercizio vale l'osservazione fatta per la processione del Cristo morto: il suo svolgimento non deve assumere aspetti di maggiore rilevanza delle stesse celebrazioni liturgiche della domenica di Pasqua, ne' dare luogo ad inappropriate commistioni. Terminata l'Affruntata, le statue saranno riportate nelle rispettive chiese per la via piu' breve''. Da alcune inchieste condotte dalle Dda di Reggio Calabria e Catanzaro e' emerso, in passato, l'interesse degli esponenti della 'ndrangheta proprio per la processione dell'Affruntata. In particolare, secondo una inchiesta della Dda di Catanzaro, e' emerso che le cosche hanno particolare interesse al trasporto della statua di San Giovanni perche', nell'immaginario collettivo della criminalita' organizzata e nella ricostruzione degli inquirenti, questa simboleggia la ''detenzione del potere mafioso''.