Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Incontro Anassilaos sul tema "La rivoluzione astronomica e Galileo nella cultura barocca"

REGGIO. Incontro Anassilaos sul tema "La rivoluzione astronomica e Galileo nella cultura barocca"
 

Congiuntamente con il Centro Calabrese di Studi filosofici e sociali, nell’ambito degli incontri dedicati alle radici dell’Europa,  l’Associazione Culturale Anassilaos propone un incontro sul tema "La rivoluzione astronomica e Galileo nella cultura barocca" che si terrà sabato 21 marzo alle ore 17,30 presso la Sala di San Giorgio al Corso con l’intervento della Prof.ssa Vincenzina Mazzuca, Presidente del Centro Calabrese di Studi filosofici e sociali. L’incontro giunge a conclusione delle celebrazioni per il 450° anniversario della nascita del grande scienziato (1564-1642) la cui attività di ricerca ha dato un contributo di eccezionale valore allo sviluppo della scienza e la cui figura, per le ben note vicissitudini con la Chiesa del tempo, è divenuta sinonimo della libera ricerca che si scontra con l’ottusità del potere costituito sia laico che religioso. Come tutti gli stereotipi anche questo merita ulteriori approfondimenti e precisazioni che tengano conto della complessità degli intrecci e delle relazioni che investivano la società del Seicento, secolo di scoperte rivoluzionarie che modificavano il ruolo dell’uomo nell’universo, non più centro privilegiato del mondo, al pari del pianeta Terra nell’ormai superato sistema tolemaico, ma parte del mondo. Di tale rivoluzione Galileo Galilei fu uno degli indiscussi  protagonisti ma la sua opera, scientifica ma anche letteraria, deve essere inserita in quella cultura barocca ricca di quei  fermenti innovativi ma anche di quelle dolorose contraddizioni che contraddistinsero i primi decenni del Seicento e una società aperta alle novità ma anche pronta a chiudersi tragicamente in se stessa  come dimostra, proprio nell’anno 1600, la tragica fine di Giordano Bruno.