Direttore: Aldo Varano    

CATANZARO. Lunedì 13 ultimo appuntamento del corso "Dal Bene Confiscato al Bene Comune"

CATANZARO. Lunedì 13 ultimo appuntamento del corso "Dal Bene Confiscato al Bene Comune"

Si terrà Lunedì 13 Aprile, a partire dalle ore 17.30, presso l’Aula Salvatore Venuta del Dipartimento di Scienze Giuridiche, Storiche, Economiche e Sociali di Catanzaro, l’ultimo appuntamento del Corso di Formazione “Dal Bene Confiscato al Bene Comune”. Il Corso - promosso da più realtà associative di Catanzaro (Giovani MCL, Libera, Progetto Policoro, FUCI) e che rientra nel Progetto Regionale Caritas “Costruire Speranza” - si è incentrato sulla promozione, valorizzazione e riutilizzo dei beni confiscati alla criminalità organizzata. Dopo l’introduzione di Luigi Mariano Guzzo (Giornalista pubblicista , scrittore, Dottorando di Ricerca in “Teoria Generale del Diritto e Ordine Giuridico Europeo” presso l’Università degli Studi “Magna Græcia” di Catanzaro), interverrà Vittorio Mete (Studioso di mafia, politica sociale e fenomeni mafiosi. Ricercatore in Sociologia dei Fenomeni Politici presso l’Università Magna Græcia di Catanzaro. Autore dei volumi “ Fuori dal Comune. Lo scioglimento delle amministrazioni locali per infiltrazioni mafiose” e “I giovani e le regole. Un’indagine sulla cultura della legalità dei giovani fiorentini”). A seguire le attese testimonianze degli imprenditori calabresi e testimoni di giustizia Rocco Mangiardi e Tiberio Bentivoglio. Quest'ultimo metterà a disposizione durante l'evento il libro dal titolo "Colpito" che racconta di come la 'ndrangheta sia entrata in casa sua, volendo rompere così il muro dell'omertà pur restando solo, tra silenzi, lentezze burocratiche e casa ipotecata, lasciando evidente l'umiliazione del coraggio di chi denuncia le cosche mafiose, così come i tanti Testimoni di Giustizia. Nel libro che parla di lui, della sua storia e di come sia coinvolta tutta la cittadinanza, Tiberio vuole insegnare a non rassegnarsi << Grideró fino all'ultimo giorno di vita di non voler e non poter finire così>>, abbandonato anche dalle Istituzioni che oggi, anziché aiutarlo, continuano a fare tecnica burocratica al pignoramento dei suoi beni e di ciò che ha costruito con il suo pulito lavoro. Allora, ecco che Tiberio Bentivoglio continua la sua lotta nell' insegnamento più ampio che vuole lasciare ai giovani, per non essere schiavi del sistema. Oggi è impegnato così come Rocco Mangiardi al raccontare la propria storia per smantellare quel muro di silenzio di cui la Calabria é fin troppo sommersa. Modererà Immacolata Corso - Membro del coordinamento di “Libera Vibo”, Coordinatrice Regionale “Consulta Giovani Avis”, Specializzanda in Criminologia Clinica.

Nel corso dell’incontro Sebastian Ciancio, Presidente Emerito della Federazione Universitaria Cattolica Italiana (F.U.C.I.) di Catanzaro e Responsabile universitario del Corso, consegnerà una targa ai testimoni di giustizia Mangiardi e Bentivoglio.