Direttore: Aldo Varano    

CORIGLIANO (CS). Iannuzzi non si dimette: "nessuna polemica con Sindaco e Giunta"

CORIGLIANO (CS). Iannuzzi non si dimette: "nessuna polemica con Sindaco e Giunta"

 L’assessore IANNUZZI non “abbandona”. Nessuna polemica con il Sindaco o con altri componenti della Giunta. Per eccesso di responsabilità, ha solo manifestato al Primo Cittadino la propria difficoltà a garantire per il futuro l’impegno che ha profuso in favore dell’Ente nei mesi scorsi. Le motivazioni sono strettamente personali e nulla hanno a che fare con le rinnovate illazioni che ricordano il “Metodo Boffo”. L’assessore era e resta disponibile, come suo costume, a qualsiasi confronto in ogni sede, salvo riservarsi le tutele di legge. Ogni ulteriore passaggio sarà comunque concordato con il Sindaco. È quanto smentisce e precisa l’assessore al bilancio Vincenzo IANNUZZI in merito ad alcuni articoli pubblicati all’indomani del consiglio comunale dello scorso 28 aprile e intervenendo sul documento approvato dall’assise: il miglior consuntivo degli ultimi 15 anni, così come è stato definito da un consigliere di opposizione.I dati del consuntivo – dichiara IANNUZZI - sono stati ampiamente illustrati con una corposa, dettagliata relazione ad un attento consiglio comunale che ha riservato, alla conclusione dell’intervento, uno spontaneo applauso bipartisan, manifestando apprezzamento dei singoli consiglieri per la chiarezza espositiva e le documentate argomentazioni. Ho ricevuto anche l’apprezzamento del Presidente dei Revisori dei Conti, nonché di alcuni cittadini presenti ai lavori.Ho fatto parlare i numeri – aggiunge - riferendo, sulla base della relazione al conto consuntivo, dettagliatamente, sulle azioni assunte e quelle da intraprendere, alle quali occorre destinare, inevitabilmente, ulteriori e maggiori energie, in particolare la effettiva riscossione delle entrate comunali e il definitivo risanamento della partecipata Meris. Particolarmente unilaterali e di parte sono le interpretazioni per quanto riguarda il personale, come potrà verificare ognuno visionando i lavori registrati sul sito dell’Ente. Ho rivendicato – continua - la scarsità della dotazione organica, prendendo a riferimento comuni prossimi, come Rossano e Castrovillari, che dispongono di numerosi dirigenti e più consistenti posizioni organizzative. Le attività di questi mesi hanno riguardato – ha dettagliato infine l’assessore - l’adozione per il regolamento della performance, quello per la misurazione dei risultati, la nomina del nucleo di valutazione, il pagamento delle indennità fisse e ricorrenti per il 2013 e l’approvazione del fondo per il 2014, l’aumento delle ore di servizio per il responsabile dell’avvocatura, per il particolare gravame lavorativo esistente. Attività, le prime, che consentono di allineare l’Ente ai dettami previsti del CCNL di categoria del 1999 e recuperare il ritardo accumulato. Sono state anche affrontate le nuove responsabilità che investono il personale a livello organizzativo e professionale, con particolare riferimento alla necessaria formazione per attuare il nuovo sistema valutativo e all’esigenza di un maggior coordinamento, integrazione e collaborazione.