Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. L'assessorato alla Cultura presenta "Il maggio dei libri"

REGGIO. L'assessorato alla Cultura presenta "Il maggio dei libri"
 

“Vogliamo esaltare la politica del fare”. Sulla scia di queste parole l’assessore alla Cultura del Comune di Reggio Calabria Patrizia Nardi ha inaugurato ufficialmente la serie di iniziative che si svolgeranno alla Biblioteca cittadina ‘De Nava’ in occasione della manifestazione nazionale ‘Il maggio dei libri’. Il ricco programma che fino al 30 maggio 2015 animerà le stanze dello storico edificio reggino è stato presentato in conferenza stampa alla presenza anche di tutti i rappresentanti delle associazioni culturali presenti nel territorio che saranno le protagoniste, attraverso i loro eventi, dell’iniziativa stessa.“Questa manifestazione – ha affermato l’assessore Nardi – ha una valenza particolare, che coincide con il mese della rinascita. Far risvegliare la rinascita della curiosità e la lettura è la strada maestra per intraprendere un percorso volto al nuovo, a quello che non conosciamo, a quello che vogliamo approfondire. Attraverso la cultura vogliamo far crescere la nostra società e vogliamo dare la possibilità a tutti di interagire. La conoscenza permette all’uomo di condividere un bene, i libri sono gli strumenti e i luoghi di scambi positivi e fecondi. L’iniziativa vuole anche cercare di attrarre alla lettura i cittadini, partendo dai più piccoli. Il calendario della manifestazione  è frutto del lavoro volontario delle associazioni cittadine che costantemente con grande passione  operano per far rinascere Reggio”.L’associazione ‘Anassilaos’ ha allestito cinque incontri per analizzare le opere del Sommo Poeta, Dante Alighieri, in occasione del 750esimo anniversario della nascita. “Gli incontri  - ha dichiarato Stefano Iorfida - saranno valorizzati dalla location rappresentata dalla viletta della Biblioteca ‘De Nava’. Non sempre viene valorizzato e capito il nostro impegno siamo contenti quest’oggi di poter dire che l’amministrazione considera il nostro operato”. “Gli incontri letterari che allestiamo vogliono stimolare l’opinione pubblica”. A dirlo  Gianni Vittorio in rappresentanza dell’Associazione ‘Fahrenheit 451’ che curerà insieme ad altri gruppi anche il ‘Metropolitan Book Festival’ che si svolgerà dal 22 al 24 maggio 2015. Roberto Cananzi de ‘La Gilda degli Artisti’ ha posto l’accento sull’intento di coinvolgere i giovani e di discutere di arte a 360 gradi. “La nostra associazione nasce  per creare ambienti espositivi che posano essere nel contempo  spazi produttivi dove la creatività nasce e si sviluppa”.Durante la manifestazione tanti saranno i dibattiti, le rappresentazioni di favole e le tavole rotonde per fare insieme cultura. La sezione reggina di ‘Italia Nostra’ curerà diversi incontri con l’autore tra cui quello con Pasquale Amato sull’Armenia e il martirio (16 maggio ore 17).Fortunata Ferro di ‘Pietre di scarto’ ha evidenziato come il metodo che più di ogni altro unisce il lettore con il narratore e i lettori fra di loro è il laboratorio. “Noi cureremo dei laboratori di scrittura e di lettura. In maniera artigianale creeremo comunicazione”.“Fare cultura è difficile. Avere opportunità di esprimersi  è impresa ardua. Ben vengano iniziative del genere e la collaborazione fra associazioni e istituzioni” ha dichiararlo è stata Elisabetta Marcianò di LibarArchè che durante l’evento allestirà momenti culturali per i bambini. Anche le associazioni ‘Nati per leggere’ e ‘Fedora’ si occuperanno  di laboratori e dei ‘piccoli’ lettori. “Gli incontri di lettura ad alta voce – ha affermato Giuseppina Timpani di ‘Nati per leggere’ – sono fondamentali per la fascia di età che va dai tre ai sei anni per lo sviluppo cognitivo”. “Noi  - ha dichiarato Ida Triglia di ‘Fedora’ - offriremo delle attività creative per stimolare il piacere della lettura. Importanti saranno l’incontro con l’archeologa Vasiliki Vourda e l’inaugurazione della biblioteca all’interno dell’ Hospice ‘Via delle Stelle’”. Proprio Vincenzo Trapani Lombardo della fondazione ‘Via delle Stelle’ ha evidenziato che realizzare delle iniziative culturali all’interno della struttura di cure palliative potenzia e migliora  le cure stesse. Spazio anche per la musica all’interno di ‘LibeReghion’ con gli studenti del Conservatorio di musica ‘Francesco Cilea’ che eseguiranno brani inediti di ‘Palmira’ opera di Annunziato Vitrioli e proprio sul patrimonio della famiglia borghese reggina si svolgerà una relazione con Antonino Zumbo e Mariella Grande. Coinvolti nell’iniziativa anche gli editori reggini, che parteciperanno insieme alla Regione Calabria a Torino in occasione della ‘Fiera Internazionale del Libro’.