Direttore: Aldo Varano    

Calabria. Siglata intesa Regione-Unindustria per assunzioni in settore ambiente-ciclo dei rifiuti

Calabria. Siglata intesa Regione-Unindustria per assunzioni in settore ambiente-ciclo dei rifiuti

E' stato siglato il protocollo d'intesa per il "piano di assunzioni, previo percorso di tirocinio extracurriculare per giovani Calabresi iscritti al Programma Garanzia Giovani, in aziende del settore ambiente - ciclo dei rifiuti”.L'intesa è stata sottoscritta a Lamezia Terme dalpresidente della Giunta regionale, Mario Oliverio, dall'assessore al lavoro Carlo Guccione e dal presidente di Unindustria Calabria Natale Mazzuca, nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato anche rappresentanti dello specifico gruppo di lavoro costituito in seno ad Unindustria Calabria, con il coordinatore Antonio Gentile, presidente di Confindustria Vibo Valentia, il componente Rocco Aversa di Confindustria Catanzaro ed il Direttore Rosario Branda.E' stato sottolineato come si sia dato avvio ad un circuito virtuoso con la Regione Calabria che ha indicato un indirizzo politico - che è quello di raggiungere la percentuale del 70% di raccolta differenziata a fronte di poco più del 30 attuale e che pone la stessa regione in infrazione rispetto alle politiche europee, facendo sopportare maggiori costi ai cittadini - e con gli imprenditori che investono puntualmente nella stessa direzione, impegnandosi ad utilizzare le opportunità derivanti da Garanzia Giovani. Tutto ciò, ovviamente, sarà possibile se i Comuni si attiveranno in maniera tempestiva e diligente e permetterà di far conseguire risultati a beneficio di tutti in termini di salubrità ambientale, maggiori posti di lavoro e tributi per lo smaltimento dei rifiuti che decresceranno per i cittadini.Il Presidente di Unindustria Calabria, Natale Mazzuca, si è dichiarato «soddisfatto per l'intesa raggiunta grazie all'interesse ed alle opportunità offerte dalle imprese associate al sistema di Unindustria Calabria che operano nel settore “ambiente - ciclo dei rifiuti” e che, tramite manifestazione di interesse, ed in vista della affermazione degli obiettivi di raccolta differenziata individuati dalla Regione Calabria, hanno dichiarato la volontà e la conseguente necessità di avviare più di 1.000 giovani con qualifiche professionali, che potranno essere perfezionate o acquisite in azienda». «Bisogna incentivare la raccolta differenziata in tutti i Comuni - ha aggiunto il numero uno degli industriali calabresi Mazzuca- e come imprenditori ci siamo perché non vogliamo abbandonare questa terra. Bisogna fare le cose in maniera eclatante ed anche scontentando qualcuno perché una minoranza non può condizionare un'intera collettività che vuole andare avanti».«Questo accordo - ha commentato il presidente della Giunta regionale, Mario Oliverio - non la panacea ma uno strumento che deve essere ampiamente utilizzato per affrontare due delle questioni drammatiche della nostra regione, lavoro e rifiuti. Il progetto si lega ad un problema della nostra terra e si collega ad un'idea di sviluppo». Il presidente Oliverio ha annunciato che «nei prossimi giorni predisporremo un piano dei rifiuti che prevede una fase emergenziale e che ha al centro la raccolta differenziata che deve essere spinta in tutti i comuni della Calabria con la Regione come coordinamento. Bisogna costruire il sistema dei rifiuti ed in questo ambito si collega ciò che è dato da 'garanzia giovani'» Il protocollo, che prevede l'assunzione di mille giovani, a seguito dei percorsi di tirocinio formativo nelle imprese del settore ambientale e del ciclo dei rifiuti, si riferisce alle qualifiche professionali di conduttori di gru e di apparecchi di sollevamento, operatori ecologici e altri raccoglitori e separatori di rifiuti, addetti alla raccolta dei rifiuti differenziati, conduttori di mezzi pesanti e camion, operatori di impianti di recupero e riciclaggio dei rifiuti, addetti agli impianti di compostaggio.L'assessore regionale allo Sviluppo economico, Lavoro e Formazione, Carlo Guccione, nel ribadire che «Garanzia Giovani non è la soluzione del problema anche se noi vogliamo mettere a fuoco un vero progetto strategico per l'occupazione e lo vogliamo ancorare ai fondi europei» ha evidenziato che «si tratta di due aspetti che anticipano il Piano strategico per la formazione». Il presidente Oliverio e l'Assessore Guccione hanno ringraziato i vertici di Unindustria Calabria per il lavoro fatto in questi mesi che «ci permetterà di conseguire importanti risultati