Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Il Cardinale inedito: in un volume gli studi su Luigi Tripepi

REGGIO. Il Cardinale inedito: in un volume gli studi su Luigi Tripepi
ReP

Lunedì 11 maggio alle ore 17 presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Mons. Vincenzo Zoccali”, sarà presentato il volume curato da Maria Pia Mazzitelli e Pasquale Triulcio Il cardinale Luigi Tripepi un interprete dei tempi nuovi (Leonida Edizioni, 15 €).
Il libro nasce dalla collaborazione dell’Archivio Storico Diocesano di Reggio Calabria-Bova con l’Istituto superiore di scienze religiose “Mons. Vincenzo Zoccali” con l’intento di far conoscere la vita e l’opera del Cardinale una ricognizione di documenti, libri, quadri e oggetti d’arte sacra e raccoglie gli atti di un convegno realizzato a Reggio Calabria nel 2012 in occasione della XIV Settimana della cultura.
L'Arcivescovo di Reggio Calabria – Bova, Mons. Morosini, ha desiderato che il volume venisse pubblicato al più presto: “Per la diocesi e la città di Reggio Calabria il card. Tripepi è un punto di riferimento. Egli ha manifestato nella sua vita di sacerdote reggino vissuto a Roma una forza culturale straordinaria, che si è espressa soprattutto nel saper interpretare i segni dei tempi nuovi che stavano sorgendo nella storia umana. Accanto a Pio IX e a Leone XIII ha rivelato un acume intellettuale profondo, con il quale ha saputo leggere la nascita del movimento operaio, l’entrata dei cattolici in politica, l’importanza della comunicazione sociale”.
Il cardinale Luigi Tripepi nasce a Cardeto (RC) il 21 giugno 1836 ed è ordinato sacerdote nel 1864. Prefetto dell’Archivio segreto vaticano dal 1892 al 1894, sostituto della Segretaria di Stato dal 1896 al 1901, il 15 aprile 1901 è creato Cardinale di Santa Maria in Domnica da papa Leone XIII. Dal 1903 fino alla morte (Roma, 29 dicembre 1906) è Prefetto della Congregazione dei Riti.
Il volume raccoglie, tra gli altri, i contributi di Massimo Rodà, autore di nuovi studi e ricerche sulla figura del cardinale Tripepi, e quello di padre Pasquale Triulcio, che delinea la relazione tra il Cardinale e la Chiesa del XIX secolo. Vincenzo e Alberto Panuccio invece ricorrono alla memoria per raccontare gli aspetti privati e familiari della vita del loro illustre parente cardinal Tripepi.
Il libro è arricchito dalla presentazione di alcuni documenti conservati dall’Archivio segreto vaticano, dall’Archivio della Congregazione per la Dottrina della Fede, dalla Biblioteca apostolica vaticana (Serena Sillitto e Ida Triglia) e dall’Archivio storico diocesano di Reggio Calabria-Bova (Erika Gitto e Lucrezia Antonia Misiano), dalla ricognizione delle opere del Cardinale conservate dalla Biblioteca comunale “Pietro de Nava” (Maria Pia Mazzitelli), da studi sui calici donati dal Tripepi alle parrocchie di Cardeto e di Gallina (Lucia Lojacono) e sulla quadreria del Cardinale (Roberta Filardi e Rosanna Fiore).
Nel corso dell’evento interverranno monsignor Giovanni Fiorini Morosini, monsignor Antonio Foderaro, gli autori e l’editore. Francesca Paolino e Vincenzo Schirripa, moderati da Francesco Chindemi, presenteranno il libro. Al termine della presentazione saranno letti brani tratti dall’opera del Cardinale Tripepi L’Arpa di un calabro.