Direttore: Aldo Varano    

PORTI. Gioia al salone trasporti di Monaco

PORTI. Gioia al salone trasporti di Monaco

L'Autorita' portuale di Gioia Tauro ha preso parte al Salone internazionale del trasporto e della logistica di Monaco di Baviera, all'interno dell'area collettiva che ha riunito 14 porti italiani, presentata sotto il marchio "All in one" e promossa da Assoporti. L'obiettivo dell'Ente, guidato dal neo Commissario straordinario capitano di fregata Davide Giuseppe Barbagiovanni Minciullo, e' scritto in una nota, e' stato quello di sviluppare rapporti strategici a sostegno dello sviluppo della logistica e dei trasporti intermodali delle merci collegati al porto di Gioia Tauro.

"A tale proposito, nel corso dell'evento, che rientra tra gli appuntamenti fissati nel 'Piano della Promozione 2015' dal gia' Commissario straordinario ing. Giovanni Grimaldi - prosegue la nota - sono stati organizzati incontri al fine di attirare investitori stranieri per favorire la crescita delle attivita' commerciali e operative del porto di Gioia Tauro e del suo retro-porto. E' stata, altresi', l'occasione per partecipare al meeting, organizzato da Contship Italia, all'interno del proprio stand. Soddisfazione e' stata manifestata da Barbagiovanni che ha evidenziato l'importanza delle nuova progettualita' e dell'innovazione tecnologica, presentata al Transport Logistics e posta in essere dall'Ente a supporto dell'efficienza dei servizi portuali". "L'introduzione di rilevanti innovazioni, nel settore delle dogane attraverso il pre-clearing - ha sostenuto Barbagiovanni - permettono al nostro scalo di accrescere il proprio livello competitivo.

Grazie al sistema di sdoganamento anticipato e' possibile anticipare le operazioni doganali delle merci prima dell'attracco della nave in banchina, al fine di avere tempi certi e rapidi anche dell'uscita della nave dal porto. Si tratta, altresi', di un ottimo sistema di monitoraggio utile a segnalare alla dogana eventuali anomalie rilevate durante il tragitto, oppure deviazioni non previste, per evitare che le merci possano essere sottratte al controllo". Tra le attivita' presentate al Transport Logistics, Barbagiovanni ha evidenziato anche l'importanza dei lavori di dragaggio che hanno interessato il tratto del bacino di evoluzione sud e una prima parte del canale portuale, per una lunghezza di circa 1.500 metri.

L'intervento ha puntato ad uniformare il fondale esistente per garantire il transito delle navi in sicurezza nel canale, anche, in presenza delle nuove portacontainer super-post-panamax ormeggiate nelle banchine. Tra gli altri interventi presentati, messi in atto per offrire al porto la capacita' di rispondere pienamente alle sfide lanciate dal mercato, anche l'allargamento del canale portuale, ampliato da 200 a 250 metri, che ha cosi' definito un nuovo asse di navigazione "L'obiettivo principe - ha concluso Barbagiovanni - e' quello di mantenere e consolidare la leadership del porto di Gioia Tauro all'interno del circuito internazionale dei traffici marittimi, animato sempre piu' dai cosiddetti giganti del mare".