Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Il "Convitto Campanella" visita la Questura

REGGIO. Il "Convitto Campanella" visita la Questura

 

Nell’ambito delle attività programmate dai docenti della scuola secondaria di primo grado del “Convitto Campanella” di Reggio Calabria, diretto dal Rettore/Dirigente scolastico dr.ssa Francesca Arena, gli alunni delle classi seconde si sono recati, accompagnati dai proff. Riccardo Partinico e Bianca Tripodi, presso la locale Questura per visitare la “Sala Operativa”, il “Gruppo Cinofilo” ed i Laboratori della Polizia Scientifica. Gli alunni sono stati accolti presso l’aula “Nicola Calipari” dal Commissario Capo dr.ssa Anna Maria Ciccariello, che, dopo i saluti di rito inviati dal Questore Raffaele Grassi, ha conversato con i ragazzi sull’importanza della collaborazione del cittadino con le forze dell’ordine, sul rispetto delle regole, del vivere civilmente ed allontanandosi da tutto ciò che è illegalità. Successivamente la dr.ssa Ciccariello ha invitato gli alunni ad accedere nella “Sala Operativa” della Questura, dove, in quel momento, pervenivano numerose richieste di aiuto da parte di cittadini in difficoltà o richieste di informazioni al CED di persone che erano sottoposte a controllo di polizia. Dopo aver spiegato le competenze della Polizia di Stato nel soccorso pubblico e la cooperazione ed il coordinamento con i Carabinieri e le altre forze di polizia, gli alunni del “Convitto Campanella” hanno potuto assistere ad un’esercitazione svolta da un simpatico esemplare di Pastore Tedesco addestrato nella ricerca di droga che, immediatamente, ha individuato una valigia che conteneva sostanza stupefacente in uno spazio di circa 500 metri quadrati. Ultimata la fase “operativa” gli alunni sono stati accolti dall’Ispettore Superiore Lorenzo Busà che ha fatto loro visitare prima il Laboratorio di Polizia Scientifica diretto dall’Ispettore Priteso che ha spiegato loro come si interviene dopo un delitto per fornire alla magistratura la ricostruzione esatta della scena del crimine. Infine, gli alunni hanno visitato i Laboratori di Balistica, del DNA e delle impronte digitali. Tale uscita didattica ha suscitato interesse ed ammirazione da parte degli alunni del “Convitto Campanella” che hanno potuto constatare l’efficienza della Polizia di Stato ed il garbo con cui una parte del personale di quegli uffici lavora per avvicinare il cittadino alle autorità.