Direttore: Aldo Varano    

ROSARNO (RC). Presentazione del libro "La donna perfetta" di Amabile Giusti

ROSARNO (RC). Presentazione del libro "La donna perfetta" di Amabile Giusti
Quarto appuntamento con “Libri in fiore a Rosarno”, venerdì 22 maggio, ore 18.00. Protagonista della serata la scrittice Amabile Giusti col suo nuovo libro La donna Perfetta”(Mondadori), libero adattamento del film “Ma che bella sorpresa” con Claudio Bisio, Ornella Vanoni e Renato Pozzetto. Amabile Giusti è nata in Calabria ed è qui che vive ancor oggi. Ha frequentato il liceo classico e si è laureata in Giurisprudenza. Fa l’avvocato ma la sua vera passione è la scrittura. Al suo attivo ha molti libri pubblicati con varie case editrici italiane: Non c’è niente che fa male così (La tartaruga edizioni), Cuore Nero (Dalai), la saga di Odyssea (Dalai), Trent’anni … e li dimostro (Mondadori), che è stato tradotto anche in spagnolo. Sebbene abbia conquistato il cuore di migliaia di lettori soprattutto col genere urban-fantasy (Cuore Nero) e fantasy (Odyssea), Amabile Giusti ha dimostrato di saper dominare anche altri generi narrativi come la commedia romantica. Visto dal di fuori, Guido Masetti sembra il fidanzato ideale. Insegnante di lettere in un liceo di Napoli, amato dai suoi studenti, sensibile e idealista, sempre cordiale con quelli che incontra a partire dal proprietario del chioschetto dove, ogni giorno, compra fiori freschi per la fidanzata… È così che lo vede Giada, che però è separata da lui da un muro: una parete vera e propria, quella che divide la cucina di lei dal salotto di lui. Lei ha trentasei anni, fa la scrittrice di favole per bambine che sognano di diventare principesse ed è delusa dall’amore. Sogna un uomo romantico e divertente con uno sciame di grilli per la testa. Proprio come quel vicino di casa tanto sorridente e… così dolce con la sua fidanzata. Già: la fidanzata, ecco il problema. Le cose, però, a volte cambiano quando meno ce lo aspettiamo. Guido viene lasciato e cade in depressione. Ma proprio quando Giada sta per fare un passo verso di lui, qualcuno la precede. È Silvia, giovane e bellissima come un angelo. Suona alla porta di Guido e a entrambi basta uno sguardo per capire di avere molte cose in comune, cominciando dagli impressionisti francesi per arrivare alla passione per il Milan.