Direttore: Aldo Varano    

Oliverio si complimenta con Fabio Curto per la vittoria a "The Voice"

Oliverio si complimenta con Fabio Curto per la vittoria a "The Voice"
  

eP

“Soddisfazione, emozione ed anche un pizzico di orgoglio”. Queste le sensazioni espresse caldo dal presidente della Regione, Mario Oliverio, appena appresa a Ginevra, dove si trova per impegni istituzionali, la notizia della straordinaria vittoria di Fabio Curto, giovane ventisettenne originario di Acri, del talent show di Rai 2 “The Voice of Italy”. “Già nelle scorse settimane -ha detto Oliverio- avevo seguito con interesse la straordinaria avventura musicale di Fabio Curto, che oggi vive a Bologna e che, in più occasioni, ha dichiarato di amare sempre la sua terra, la sua gente e la sua famiglia. Mi aveva incuriosito il fatto che un giovane, appena laureato in scienze politiche con indirizzo criminologico, fosse anche un talentuoso artista e avesse deciso di partecipare ad un talent show. Questa importante affermazione – ha aggiunto il Governatore della Calabria – evidenzia ancora una volta che la Calabria è in grado di esprimere personalità dotate di talento, ma soprattutto di forza di volontà. Nell'affermazione di Fabio al talent show riconosco la nostra matrice culturale di base, fatta di umiltà, attaccamento ai valori semplici e fondamentali della vita, di tenacia e caparbietà, caratteristici della nostra terra.Spero di poterlo incontrare per intrattenermi con lui e con i suoi genitori, a cui va riconosciuto il merito di aver saputo sostenere l'inclinazione artistica del figlio, per ringraziarli di aver contribuito a dare al Paese e all’Europa un’immagine positiva, vincente e sana della Calabria. La nostra regione deve riuscire a scrollarsi di dosso pregiudizi negativi che non corrispondono affatto alla realtà. La Calabria può contare su uomini e donne, giovani e meno giovani impegnati quotidianamente ad acquisire credibilità nel mondo, esprimendo il meglio in ogni settore sociale, economico, artistico e culturale, e Fabio Curto è uno di loro. A lui vanno i miei più fervidi auguri per un brillante futuro artistico, all'altezza del suo straordinario talento”.

     

 

   

“Una grande soddisfazione, una straordinaria emozione ed anche un pizzico di orgoglio”.Queste le sensazioni espresse caldo dal presidente della Regione, Mario Oliverio, appena appresa a Ginevra, dove si trova per impegni istituzionali, la notizia della straordinaria vittoria di Fabio Curto, giovane ventisettenne originario di Acri, del talent show di Rai 2 “The Voice of Italy”.“Già nelle scorse settimane -ha detto Oliverio- avevo seguito con interesse, attraverso la lettura dei giornali, la straordinaria avventura musicale di questo nostro grande talento che oggi vive a Bologna e che, in più occasioni, ha dichiarato di essere innamorato della sua terra, della sua gente e della sua famiglia. All’inizio mi aveva incuriosito molto il fatto che un giovane, appena laureato in scienze politiche con indirizzo criminologico, fosse anche un talentuoso artista di strada, polistrumentista, innamorato della musica e partecipasse ad un talent show. Poi, pian piano, ho capito, attraverso le recensioni ed i commenti entusiastici riportati dalla stampa, che ci trovavamo davanti ad un vero e proprio talento”.“Confesso –ha aggiunto il Governatore della Calabria- che ho tifato molto per lui, non solo perché è calabrese e proviene da Acri, una cittadina della provincia di Cosenza a cui mi lega un antico e corrisposto rapporto di amicizia e stima, ma soprattutto perché, anche fisicamente, egli esprime i pregi e i difetti della nostra gente, che sono l’umiltà, la generosità l’attaccamento ai valori semplici e fondamentali della vita, la tenacia, la caparbietà, il senso della libertà, l’essenzialità del rapporto con gli altri e con i propri cari. Una sua dichiarazione riportata questa mattina dai giornali, attraverso cui ringrazia gli occhi di sua madre e la strada che gli hanno insegnato ad essere forte, mi ha commosso. Mi piacerebbe molto incontrarlo e intrattenermi con lui e con i suoi genitori, per ringraziarli di aver dato al Paese e all’Europa un’immagine positiva, vincente e pulita della Calabria. Una regione che vuole scrollarsi di dosso, con tutte le proprie forze, pregiudizi e immagini negative che non corrispondono affatto ad una realtà costituita da uomini e donne, giovani e meno giovani che si impegnano quotidianamente per conquistare la fiducia e la considerazione che meritano, mostrando a tutti di quale pasta è fatta la nostra terra e la nostra gente”.“A tal proposito –ha concluso il presidente della Giunta regionale- ho già dato incarico ai miei più stretti collaboratori di contattare Fabio e di invitarlo, insieme ai genitori, a Palazzo Alemanni per conoscerli, abbracciarli e congratularmi con loro.Sarebbe molto bello se, insieme a Roby e a Francesco Facchinetti, il team che ha contribuito molto al suo successo, potessimo presentarlo al mondo intero nel nostro padiglione all’EXPO di Milano ed organizzare una grande festa popolare ad Acri a cui invitare, oltre ai suoi concittadini, tutti i calabresi che lo hanno sostenuto con entusiasmo per festeggiare questa splendida vittoria che gratifica e onora la nostra regione e che offre al mondo della musica nazionale ed internazionale un nuovo, straordinario talento”.