Direttore: Aldo Varano    

COSENZA. Grande successo per "Fashion Day" all'Istituto "L. da Vinci"

COSENZA. Grande successo per "Fashion Day" all'Istituto "L. da Vinci"

È stato ancora un grande successo quello ottenuto nel Fashion Day dell’Istituto di Istruzione Superiore “Leonardo da Vinci - Nitti” di Cosenza, diretto dalla dirigente Graziella Cammalleri. In un Teatro Morelli gremito in ogni ordine di posti, si sono potuti ammirare gli abiti realizzati e indossati dalle bravissime e bellissime studentesse del corso di Abbigliamento e Moda dell’istituto cosentino, coadiuvate e dirette dalle docenti Melina Visalli e Alessandra Lezzi. Importante la collaborazione tecnica delle professoresse Daniela Pedace e Patrizia Lombardi (che ha curato la scenografia, ndr).Grazie a questa iniziativa, gli studenti del corso possono sperimentare le proprie capacità creative e interpretative, nel tentativo di valorizzare il patrimonio artistico-culturale della tradizione. Lo fanno ideando, progettando e realizzando collezioni monotematiche spesso ispirate alle specificità tessili e stilistiche del territorio. Negli ultimi anni, la sezione di Abbigliamento e Moda dell’istituto Leonardo da Vinci di Cosenza ha proposto spesso le proprie collezioni all’esterno delle mura scolastiche, sponsorizzando i propri iscritti alla partecipazione di concorsi nazionali e internazionali.“L’obiettivo del corso del nostro istituto, unico nel territorio comunale, - ha dichiarato la dirigente Cammalleri - è quello di formare figure professionali preparate che possano inserirsi nei vari settori della moda. Grazie al valido contributo del corpo docente, il nostro istituto è tra i principali riferimenti del settore, essendo capace di formare tecnici qualificati a eseguire e dirigere le fasi più importanti del processo industriale e artigianale, vale a dire quelle della progettazione e della preparazione della produzione”.La serata di Fashion Day è stata aperta dalla sfilata della collezione di abiti realizzati con materiale di riciclo, inclusa nel progetto scolastico “Io non butto, ricreo”. Una collezione che ha l’obiettivo di sensibilizzare e migliorare il nostro rapporto con l’ambiente, ispirata agli origami giapponesi e ai moduli geometrici. Gli studenti del corso sono stati i realizzatori degli abiti, interamente prodotti con materiale di riciclo, come giornali, carta da imballaggio e plastica. Elementi che sapientemente lavorati hanno dato vita a forme tridimensionali che si muovono nello spazio con asimmetrie e dinamismo. Il momento clou della serata è stato certamente quello della presentazione dell’ultima collezione, ispirata allo stile Liberty e alle tradizioni del territorio. Un’espressione di creatività, abilità e competenze che gli allievi hanno acquisito durante il percorso scolastico e l’esperienza di alternanza scuola-lavoro. Ogni capo è stato realizzato a mano e confezionato con tessuti pregiati come il taffetà, l’organza e la seta, arricchiti da pizzi, ricami e stampe. Abiti pensati per una donna contemporanea che guarda alla tradizione: una donna che sa essere romantica e appassionata.Prima della seconda performance della serata, presentata dalla conduttrice televisiva Emily Casciaro, dei ragazzi africani si sono esibiti in un ballo della loro tradizione culturale. Si tratta di studenti accolti dall’istituto e che seguono con interesse e partecipazione il normale percorso formativo offerto dalla scuola. Con loro si è esibita anche la Leonardo Band, gruppo musicale composto da giovanissimi musicisti e vocalist interni all’istituto. All’intermezzo è seguita la sfilata della minicollezione artistica dedicata al peperoncino, “Red Hot Dress Peppers”, già presentata a Diamante (CS) nell’ambito del Festival del Peperoncino. Gli abiti sono stati realizzati con la tecnica del moulage, con la quale il tessuto viene scolpito direttamente sul manichino mediante l’uso di spilli e di una forbice. Questa speciale tecnica consente di realizzare un abito in un unico pezzo, trasformandolo in creazioni fluide e perfette.

La manifestazione è stata molto apprezzata anche dall’associazione culturale Creazione e Immagine di Cosenza, ideatrice del famoso concorso per fashion designers Moda Movie. Un pregio di questo territorio che ha l’obiettivo di valorizzare e promuovere i giovani talenti emergenti del mondo della moda, che vuole essere anche un’occasione di confronto, formazione, crescita professionale e visibilità per chi vuole intraprendere questo nobile e apprezzato mestiere.