Direttore: Aldo Varano    

AMANTEA (CS). L'assessore Cannata incontra Delrio per risolvere la fragilità del sistema viario locale

AMANTEA (CS). L'assessore Cannata incontra Delrio per risolvere la fragilità del sistema viario locale
 

L’esecutivo guidato dal sindaco Monica Sabatino, per tramite dell’assessore alla viabilità Gianluca Cannata, ha partecipato attivamente all’incontro tecnico che si è svolto mercoledì 3 giugno a Roma alla presenza del Ministero dei trasporti Graziano Del Rio. La riunione è stata convocata per facilitare il confronto tra le parti coinvolte e risolvere il problema del blocco dell’A3 Salerno – Reggio Calabria nel tratto di Laino Borgo, interessato dal crollo del viadotto Italia.«Purtroppo – ha spiegato Cannata – la chiusura dell’autostrada ha provocato il riversamento dei veicoli sulle dorsali marittime, provocando il collasso del sistema viario locale. I risultati di tale situazione sono purtroppo sotto gli occhi di tutti: aumento esponenziale del volume di traffico, soprattutto di quello derivante dai mezzi pesanti, e progressivo abbassamento dei livelli di sicurezza. Per quanto riguarda Amantea viviamo purtroppo un’emergenza nell’emergenza: il senso unico di marcia a Sud del porto turistico in località Principessa rappresenta un imbuto naturale per autovetture e tir con il progressivo formarsi di lunghe code che penalizzano ulteriormente le aziende e gli operatori economici presenti in loco. È necessario dunque fare qualcosa nell’immediato. La proposta lanciata dal presidente della Regione Calabria Mario Oliverio è un punto di partenza: sopperire alla situazione viaria incentivando l’uso di mezzi di trasporto alternativi come treni ed aerei. Così facendo il potenziale turista interessato a trascorrere un periodo di vacanza in Calabria potrebbe risparmiare in maniera radicale sui costi di trasferimento, rinunciando alla macchina e decongestionando il traffico locale».«La presenza dell’assessore Cannata al tavolo tecnico convocato da Del Rio – spiega il sindaco Monica Sabatino – testimonia il senso di preoccupazione che avvertiamo quotidianamente a causa di un sistema viario che ha oramai messo in mostra le proprie fragilità. Oltre alla problematica dell’A3 e di località Principessa non dobbiamo dimenticare l’interruzione della provinciale che da Campora San Giovanni conduce a Nocera Terinese, figlia del cedimento del ponte sul fiume Savuto avvenuto nel 2008. Purtroppo non abbiamo competenze in nessuna delle due situazioni, ma come classe politica e soprattutto come amministrazione comunale abbiamo il dovere di far sentire la nostra voce. Qui si tratta di agire. In tempi brevi e rapidi. La stagione estiva è alle porte e molte strutture turistiche e ricettive non possono attendere oltre. Urge ripristinare un percorso alternativo alla Salerno – Reggio Calabria per decongestionare il traffico sulla dorsale tirrenica, ma soprattutto dobbiamo attuare strategie comuni per facilitare l’arrivo dei vacanzieri nella nostra regione, ricordandoci il ruolo che l’industria del relax e del tempo libero svolge per tutta la Calabria».A conclusione dell’incontro, al quale ha partecipato anche il prefetto di Cosenza Gianfranco Tomao, il governo si è impegnato a reperire nuove risorse da investire nel piano viario regionale. Sono stati interessati anche gli esperti dell’Anas per studiare un percorso alternativo alla litorale tirrenica che prenda in considerazione la Ss 19 e verranno valutate nel dettaglio anche le proposte del governatore che prevedono tra le altre cose il rafforzamento delle cosiddette “autostrade del mare”, almeno fino a Gioia Tauro e Villa San Giovanni.