Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Oggi a Palazzo Campanella presentazione del Rapporto Giovani 2014

REGGIO. Oggi a Palazzo Campanella presentazione del Rapporto Giovani 2014
 

Venerdì 12 Giugno alle ore 11 presso la Sala Giuditta Levato presso il Consiglio regionale della Calabria sarà presentato il Rapporto Giovani 2014 sarà presentato da Alessandro Rosina (ordinario di Demografia e Statistica Sociale, direttore LSA dell’Università Cattolica di Milano). Parteciperanno Sebi Romeo e Nicola Irto (Consiglio regionale della Calabria) e interverranno Antonino Castorina (ANCI Giovane Calabria) e Giuseppe Provenzano (Ricercatore Svimez) .

Introdurrà i lavori Federica Roccisano, esperta in politiche giovanili e responsabile giovani della Segreteria Provinciale del PD di Reggio Calabria. Le conclusioni dei lavori saranno affidate al Presidente della Regione Calabria , Mario Oliverio.

Durante la giornata il Prof. Rosina descriverà i dati del Rapporto Giovani (www.rapportogiovani.it), la ricerca sui giovani italiani (18-30 anni) dell’Istituto Toniolo in collaborazione con l’Università Cattolica e con il sostegno di Fondazione Cariplo e di Intesa Sanpaolo, relativamente ai tassi di disoccupazione e alle strategie per fronteggiare questi tipi di problemi.

Mentre Giuseppe Provenzano della SVIMEZ si occuperà di descrivere il fenomeno con un occhio particolare alle questioni del Sud e della Calabria. L’evento è stato organizzato dal Gruppo Consiliare PD della Regione Calabria e si inserisce a pieno titolo tra le iniziative che intendono migliorare e rafforzare l’azione di questo governo regionale in materia di politiche sociali e giovanili.

Quello dei giovani e delle nuove generazioni è infatti tra i temi di punta all’interno della strategia del mandato del Presidente Oliverio e indagare sull’andamento dei flussi migratori dei giovani in uscita dalla Calabria così come sulle ragioni che spingono questi flussi, diventa un’occasione necessaria per tracciare la giusta direzione delle politiche regionali a sostegno proprio dei giovani.