Direttore: Aldo Varano    

NICOLO' (FI) su chiusura ospedale di Polistena

NICOLO' (FI) su chiusura ospedale di Polistena
 ReP

“Sull’ospedale di Polistena urge una operazione verità. I cittadini della Piana devono sapere, una volta per tutte, quale sarà il destino di una struttura che da troppi anni ormai è sotto i riflettori per scelte politiche che, oggi in un modo, domani in un altro, certamente non tranquillizzano sul futuro del “Santa Maria degli Ungheresi”, realtà sanitaria importante e al servizio di una popolazione così vasta”.E’ quanto afferma il capogruppo di Forza Italia alla Regione Calabria, Alessandro Nicolò, che aggiunge: “Avevamo lasciato il commissario Scura con l’impegno di prevedere interventi di potenziamento secondo il piano di riorganizzazione delle rete ospedaliera per l’ospedale di Polistena e ci lasciamo con il grido di allarme della popolazione in quanto dal 1° luglio la direzione sanitaria avrebbe previsto il blocco dei ricoveri e la chiusura del punto nascite; Rianimazione e Ortopedia, dove sarebbero garantite solo le urgenze e psichiatria dove è previsto il blocco dei ricoveri per i TSO. A questo punto, in attesa della realizzazione del nuovo ospedale, bisogna capire – aggiunge Nicolò - se effettivamente, come annunciato da Scura, verranno mantenuti operativi i posti letto già attivi, con l’aggiunta di altri, nell’ottica di preservare l’offerta sanitaria, oppure si vada in direzione completamente opposta con il depotenziamento del nosocomio. Sarebbe davvero uno schiaffo per le esigenze di una area così popolosa - peraltro riferimento anche di pazienti provenienti da tutta la provincia reggina - e per i cittadini che, in un periodo particolarmente delicato quale quello estivo in cui anche la normalità diventa emergenza, si troverebbero ulteriormente spiazzati”. Conclude Nicolò: “Su questa questione e su altre che attengono i diritti fondamentali, tra cui quello della tutela della salute, non faremo sconti, non potendo prescindere, nella nostra veste di rappresentanti istituzionali dal garantire ai calabresi un’offerta sanitaria efficiente e rispettosa della loro dignità”.