Direttore: Aldo Varano    

ROSSANO (CS). Presentazione del progetto Home Care Premium

ROSSANO (CS). Presentazione del progetto Home Care Premium
  

Si è tenuto lo scorso martedì, 22 giugno, l’incontro dibattito organizzato dalla Cooperativa Rossano Solidale per presentare ufficialmente il progetto HOME CARE PREMIUM ed il CORSO DI FORMAZIONE PER ASSISTENTE FAMILIARE. L’evento tenutosi presso i locali dell’ex delegazione comunale, ha registrato una grande partecipazione dell’utenza. Al dibattito sono intervenuti il direttore della Cooperativa Rossano Solidale, Pino Rubinetto, il Sindaco di Rossano, Giuseppe Antoniotti, l’assessore alle politiche sociali Giandomenico Federico, Paolo Marchetti dirigente del Caf Cisl e il SEGRETARIO GENERALE DELLA UST CISL l Tonino Russo.Home Care Premium rappresenta un modello innovativo e sperimentale di assistenza alla disabilità e alla non autosufficienza, promosso dall’Inps, gestione ex Inpdap è un servizio di assistenza domiciliare per le persone disabili e non autosufficienti, riservato ai dipendenti pubblici ed ai pensionati pubblici che abbiano bisogno di assistenza per i loro coniugi conviventi o per i loro famigliari di primo grado non autosufficienti.  

Il progetto è stato dettagliatamente illustrato da Pino Rubinetto della Cooperativa Rossano Solidale aggiudicataria del progetto. Rubinetto, ha posto l’accento sul progressivo invecchiamento della popolazione  e dunque sulla necessità di assistenza ma anche di professionalità. Per tanto è stato indetto dalla Cooperativa in collaborazione con il Caf Cisl ed il patrocinio del Comune di Rossano, un corso di formazione per assistenti familiari, alfine di creare personale competente per svolgere mansioni così delicate.  Il progetto sarà attuato nei comuni di Rossano, Calopezzati, Cropalati, Caloveto, Crosia, Paludi, Longobucco.  Un grande impegno nel sociale, è stato espresso dal Sindaco di Rossano Antoniotti e dall’assessore Federico che hanno rinnovato il proprio impegno nel settore.Le risorse economiche del fondo dell’assistenza domiciliare rappresentano dunque,  il  modello che meglio  coniuga sostenibilità e dignità umana. HCP è una assistenza integrata rivolta alla categoria dei così detti “Né/Né” ovvero coloro che non sono Né troppo poveri per accedere ai servizi pubblici, Né troppo ricchi per permettersi interventi privati di assistenza. I dettagli tecnici sono stati spiegati dal dirigente del Caf Cisl Paolo Marchetti, la Cisl, così come ha sottolineato Tonino Russo SEGRETARIO GENERALE DELLA UST Cisl, ha colto al volo l’iniziativa con l’auspicio di creare insieme alle amministrazioni un nuovo cammino.

 La graduatoria dei beneficiari sarà stilata in base alla sussistenza di requisiti economici legati alla dichiarazione Isee del 2015 e requisiti individuali. Sarà dunque calcolato un punteggio in base al quale si calcolerà il bonus per l’assunzione di un assistente familiare. I corsi di formazione per assistenti famigliari partiranno giorno 29 giugno presso i locali della sede Fnp Cisl di Viale Margherita.  Per ulteriori informazioni rivolgersi al Caf Cisl ed alla Cooperativa Rossano Solidale.