Direttore: Aldo Varano    

AMANTEA (CS). Si lavora al futuro di Campora San Giovanni

AMANTEA (CS). Si lavora al futuro di Campora San Giovanni
 

   

«Un gruppo coeso e dedito all’ascolto ed alla risoluzione delle problematiche della frazione». Gli eletti della lista Rosa arcobaleno in quota Campora San Giovanni proseguono il proprio lavoro con costanza e determinazione, proprio come hanno fatto fino a questo momento. Elena Arone, Gianluca Cannata, Adelmo Mannarino e Linda Morelli hanno avviato una ricognizione del territorio, definendo un piano di intervento che cercherà di dare risposte nel breve periodo.

«Campora San Giovanni - spiegano i consiglieri – non può essere pensata e gestita come una normale frazione. La presenza demografica, commerciale e industriale è superiore a molti altri comuni autonomi della fascia costiera e dell’hinterland. Una ricchezza aggiunta per Amantea, capace di generare benessere e sviluppo. Ogni venerdì, a partire dalle ore 11, siamo presenti presso il palazzo della delegazione municipale di Campora San Giovanni per incontrare chiunque voglia avviare un confronto sereno e costruttivo. Da queste riunioni sono scaturite le prime linee programmatiche. L’amico David Viola, che ha da sempre mostrato amore e vicinanza per Campora San Giovanni ed i suoi abitanti, è stato integrato gratuitamente nello staff del sindaco e si occuperà nello specifico dei servizi manutentivi. Su questo particolare aspetto abbiamo deciso di dedicare la massima attenzione migliorando i passaggi viari in località Marciello e nella zona del Torrione e lavorando per il completamento dell’illuminazione pubblica. Nel prossimo autunno avvieremo la ristrutturazione del cimitero, attesa da troppi anni. Insieme al consiglio di frazione abbiamo aperto un tavolo tecnico per la formulazione del nuovo piano viario. Su questo particolare aspetto è bene evidenziare che nessuna decisione è stata presa. Prima di giungere ad una bozza di progetto ascolteremo i contributi del territorio: commercianti, associazioni e cittadini. L’obiettivo è giungere ad una soluzione condivisa. Quanto prima verranno organizzati anche degli incontri ad hoc. Un ultimo accenno a piazza San Francesco: alcuni cittadini vorrebbero migliorare ulteriormente questo spazio con altri abbellimenti architettonici. Siamo pronti a valutare ogni ipotesi, partendo dal presupposto che il ribasso d’asta per i lavori effettuati fino a questo momento ha consentito l’accantonamento di una parte dei fondi. Intanto il prossimo 20 luglio alle ore 21 ci sarà l’esordio istituzionale della nuova piazza. Sotto il mosaico è prevista, infatti, la presentazione del primo workshop sul marchio d’area Antica Temesa. Un appuntamento al quale la comunità saprò rispondere da par suo».

 

«Il nostro – concludono gli esponenti camporesi dell’esecutivo guidato dal sindaco Monica Sabatino – è un gruppo di lavoro che guarda alla sostanza. Siamo attivi e presenti sul territorio al solo scopo di abbreviare la distanza tra la comunità e la politica, siamo spinti dal desiderio di migliorare le cose dando concretezza ad una democrazia partecipata di ampio respiro».