Direttore: Aldo Varano    

AMANTEA (CS). Due eventi tra la storia, la fede e la solidarietà

AMANTEA (CS). Due eventi tra la storia, la fede e la solidarietà

 

Due eventi per legare insieme solidarietà e territorio. Il consigliere delegato alla comunicazione Giusi Osso ha pianificato per il prossimo 8 e 9 agosto due diverse iniziative: una su Amantea, una su Campora San Giovanni. Lo scopo è quello di far conoscere le potenzialità che i due centri sono in grado di offrire in un periodo decisamente interessante dal punto di vista turistico. Sabato 8 agosto la memoria dei luoghi si fonderà con il fascino delle auto d’epoca. Amantea sarà meta di arrivo e di ripartenza di un particolarissimo tour che da Gioia Tauro raggiungerà il Santuario di San Francesco di Paola. Trenta auto, figlie della storia, viaggeranno lungo un percorso alternativo per poi immettersi, una volta giunti ad Amantea sulle principali arterie cittadine. Il raduno è previsto davanti il Campus Francesco Tonnara. Da lì si giungerà su via Dogana, via Margherita, piazza Commercio e corso Vittorio Emanuele. Si prosegue poi verso piazza Cappuccini, via Roberto Mirabelli e, seguendo il vecchio tracciato della Statale 18, si arriverà su corso Umberto I. Si scende poi su via Indipendenza, via Dogana ed infine il lungomare dedicato alla memoria del capitano di corvetta Natale De Grazia, nei pressi del Lido Azzurro. Qui gli appassionati potranno vedere da vicino queste autentiche opere d’arte su quattro ruote, realizzate da artigiani, lontani pionieri dell’attuale industria automobilistica. Dopo una breve sosta la carovana ripartirà in direzione Paola per rendere omaggio al Santo Patrono della Calabria.

Domenica 9 agosto, invece, la festa si veste dei colori della solidarietà e della beneficenza. Presso il campo di calcetto situato nelle scuole medie di Campora San Giovanni si terrà un quadrangolare per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della violenza contro le donne. «Su questo argomento – spiega la Osso – l’attenzione è sempre massima. Nel recente passato, anche con la Consulta per le pari opportunità che mi onoro di presiedere, ci siamo occupati della questione, coinvolgendo le donne di tutte le età. Ora spostiamo il raggio d’azione passando dalla teoria alla pratica. Grazie al supporto di Antonio Targhetta, organizzatore di numerosi tornei di calcio, sono state coinvolte le rappresentative femminili di Cosenza, Rossano e Catanzaro che s’incontreranno non solo per la vittoria sportiva, ma anche per raccogliere fondi da destinare alla fondazione Roberta Lanzino di Cosenza. Anche il comune di Amantea farà la sua parte. Non solo ci siamo attivati per individuare i partner dell'evento che hanno garantito lo svolgimento delle attività, ma contribuiamo in prima persona al raggiungimento degli obiettivi. La fondazione Lanzino, del resto, è soggetto noto ed affidabile che impiegherà al meglio i contributi ottenuti dalla manifestazione. L’auspicio è che la comunità nepetina risponda da par suo partecipando attivamente ad entrambi le manifestazioni».